Novità in vista

Tante volte mi avete chiesto che lavoro faccio e suggerito di raccontarmi di più, interrogato sui miei percorsi di studi e professionali.  Non parlo mai del mio lavoro perché essenzialmente lo reputo “altro” rispetto a questo sito. In realtà, questo sito è nato anche grazie al mio lavoro ma soprattutto, il mio lavoro si è sviluppato e ha avuto una evoluzione anche e soprattutto grazie alle competenze che mi sono costruita scrivendo contenuti per il web e gestendo community per così tanti anni.

Riassumendo questi 18 anni di professione, per venire subito a oggi e alle novità che vi voglio raccontare, pochi mesi dopo la laurea in Filosofia, sono stata assunta alla Zanfi Editori, una casa editrice di Modena, dove per due anni ho potuto respirare la vita di redazione. Qui ho imparato come nasce l’dea di una rivista e come da una intuizione si trasferisca su una rotativa.

 

Colophon, timone, menabò sono diventati il mio pane quotidano. Per due anni ho coordinato riviste e, soprattutto, ho capito che scrivere era ciò che volevo fare nella vita.

 

Poi l’avventura alla Zanfi Editori è finita, dentro di me incontri bellissimi e rapporti umani che ancora coltivo: mi volevo sposare e avevo bisogno di solidità. Sono stata assunta in Coop Consumatori Nordest dove, dopo i primi due anni, ho iniziato a occuparmi della rivista mensile dei soci, diventandone poi responsabile.
Nel frattempo è esploso il web, mi sono formata, ho studiato, ho aperto il blog e ho portato in Coop un mestiere, quello legato alla comunicazione digitale e ai social, che ancora non esisteva.

 

Veniamo a oggi.
Sono in Coop da 16 anni. 16 anni sono una vita. Una vita in cui è passata vita. Ero ragazza quando sono entrata. In questa azienda, che non c’è più da quando a fine 2015 c’è stata la fusione, mi è stata data la fiducia di cui avevo bisogno per crescere e innovare, portando una professionalità e una competenza nuova.

No, non avevo 12 anni. Era il 2002 ed ero appena arrivata. Mi perdonerà Paolo Landi per questa pubblicazione di uno dei momenti che ho più a cuore.

Non solo.
Nel frattempo, ho costruito una famiglia. Grazie a Coop Nordest, ho potuto sposarmi, crescere due figli e dedicare loro tempo prezioso. Ho potuto per 6 anni andare a prenderli all’asilo ogni giorno e passare con loro i miei pomeriggi. Sarò sempre grata a questa azienda, perché di scontato e dovuto non c’è nulla.

 

Momenti di VITA in Coop Consumatori Nordest

 

Qui ho imparato che le imprese possono essere grandi, ma umane; che senza rispetto non c’è relazione; che la fiducia è ciò che tiene vivo l’amore per un mestiere anche dopo decenni; che senza passione umana non ci può essere leadership; che la stima, quando c’è, te la senti addosso, anche se non passa dal chiasso delle parole.

 

Oggi la mamma mi ha portato al lavoro perché ha detto che così mi vede

 

 

Si apre oggi per me un nuovo percorso professionale. Ripartire da zero è una sfida che non potevo lasciar cadere perché “il miglior modo di lamentarsi è fare le cose“.
Dei colleghi e amici di Coop Consumatori Nordest porterò con me la capacità umana e il rispetto. Che in questi ultimi difficili due anni ho capito essere tutto. Anche sul lavoro.

 

Sarà tutto nuovo per me da domani. Come quando di anni ne avevo 24, solo che oggi il numero degli anni è rovesciato. “Come ti senti?” mi chiedono tutti. Spaventata, ovvio. Preoccupata? Anche.

Ma penso che sia una grandissima opportunità potermi rimettere in gioco e ripartire, proprio perché ora ho 18 anni di professionalità alle spalle a sostenere questo cambiamento.

Sono felice di poter continuare a fare ciò che amo, comunicazione e digital marketing, ma anche di poter ricominciare a imparare. Per come sono fatta io, quando smetto di avere qualcosa da imparare dalle persone che ho attorno, perdo il senso del dover passare così tante ore lontana dai miei figli.

Da quando i ragazzi sono diventati un po’ più grandi, paradossalmente, il tema della conciliazione per me è diventato predominante. Quando erano piccoli, posto che avevo un part time e gli asili di Reggio Children a disposizione, bastavano due ore di nonni in caso di malattie e necessità.

Adesso no. Adesso sento che loro hanno più bisogno di me di quando erano piccoli. E io anche di loro, perché tra un po’ scapperanno viaAdesso vanno seguiti, nello studio, ma anche semplicemente nell’ascolto. L’adolescenza va osservata. Anche in silenzio, ma ci devi essere.

Non da ultimo, sono felice di poter fare ciò che amo non solo in una grande azienda, ma per un brand che i  miei figli adorano.

Da domani, mi trovate qui.

Commenti

  1. Vorrei solo dirti che ti stimo molto!! Anche Se non ti conosco personalmente.

  2. Monica dice:

    Ti meriti tutto. Io una persona come te non la ho ancora incontrata.
    Soprattutto online dove pensano ormai solo a mostrare tette e quant’altro
    E si definiscono “blogger” perché parlano dei denti dei loro figli.
    Ti seguo dal 2008 e i tempi delle dimissioni erano ormai maturi.
    Ma amici in comune piangono le tue dimissioni.
    Umanamente, soprattutto.
    Ho già tanti commenti scritti quindi so che questo passerà direttamente, senza che tu lo possa bloccare (perché sei l’unica che blocca i complimenti). E per questo sto ti dico:
    SEI UNA DONNA CHE CE NE FOSSERO. E UNA PROFESSSIONISTA CHE I PRO STIMANO PER UMILTÀ.
    E scusa se lo grido.

  3. Ex collega dice:

    Silviaaaaaa,
    ci manchi tantissimo. Sicura di non voler tornare indietro? 😅
    Una persona che si è fatta amare con tutti gli spigoli, senza maschere.
    Come ti hanno detto “una persona vera che non si dà a tutti”.
    Umile, onesta, che non ha mai sbandierato la sue grandi competenze.
    Silenziosa e appassionata.
    Io lo posso dire. Perché io ti ho vista per anni. Ogni giorno.
    Dimettersi è un grande gesto di libertà. Che apprezzo non solo io…ma tu sai cosa hai ricevuto dopo la tua meravigliosa mail di saluto.
    Spero che presto ci si possa vedere per mangiare un boccone. Perché alla fine ciò che resta nella vita sono i rapporti umani.
    Una grande abbraccio.

    PS: questo sito è tra i luoghi digitali più veri e utili di tutto il web.

  4. Andrea dice:

    Semplicemente emozionante, bravissima!!!
    E…in bocca al lupo Silvia….!!!

  5. marzia dice:

    mi hai emozionato ancora una volta,per la delicatezza con cui poni lo sguardo sulle situazioni e le descrivi. hai straordinaria capacità di far passare quello che provi.
    si sente che vibri: di gioia , di paura, di attesa, di nostalgia.
    sono certa che ce la farai. per me ce l’hai gia fatta.
    ti abbraccio,
    Marzia

  6. wowowowo…. grandeeeeeee<3

  7. Resti in Coop o esci?

Rispondi a Monica Annulla risposta

*