Caldo de camarones

Quanto tempo è passato! Purtroppo, come molte mamme con poco tempo e tanta voglia di essere al meglio, ho commesso un errore sciocco e mi sono sacrificata ad una dieta assurda che mi ha tenuta lontana dalla cucina (e da me stessa…ma questa è un’altra storia) per un bel po’!

Con una visita da un bravo biologo nutrizionista, spero di aver imboccato un cammino più sano, che ho voluto inaugurare con due piatti che odoro e dei quali avevo tanta tanta tanta voglia…il primo è è il caldo de camarones.

 

Valentina Nardi

Caldo de camarones

È buonissimo, molto gustoso e adatto ad essere servito come antipasto, se lasciate rassodare un poco più a lungo la salsa, oppure come ottimo piatto unico, se lasciate la salsa di pomodoro molto liquida, quasi come una fumante, rossa saporita minestra di pomodoro!

Per prima cosa, preparate un buon brodo vegetale, lasciando cuocere a fuoco basso per 40/45 minuti 1 porro a pezzettini, 1 paio di carote pelate e sminuzzate, 1 cipolla sminuzzata, qualche spicchio d’aglio sbucciato e 2 o 3 coste pulite e spezzetate di sedano, salate e pepate appena e… lasciatelo in pace coperto di acqua fredda a cuocersi con calma coperto!

Intanto fate rosolare in una padella antiaderente in pochissimo olio EVO altro aglio e un paio di scalogni a rondelle, aggiungete un cucchiaio a persona di riso e lasciate tostare per un paio di minuti, mescolando poi aggiungete 7/8 pomodori pachino tagliati in quarti e mezzo bicchiere di salsa di pomodoro, lasciate cuocere scoperto per altri 6/7 minuti, poi versate tutto nel brodo. A questo punto, aggiungete dei pistilli di zafferano e continuate a cuocere scoperto a fuoco basso, sempre mescolando.

Nella stessa padella, ben calda, grigliate i vostri gamberi, accuratamente sgusciati e privati dell’intestino (basta una lieve incisione sul dorso e viene via da solo), almeno 2/3 minuti per lato. Sono perfettamente cotti quando si chiudono nella tipica forma a ciambella.

Aggiungete altra salsa di pomodoro (circa un paio di cucchiani da the a gambero) e spolverizzate con abbondante prezzemolo e menta fresca tritati, lasciando cuocere mescolando per 1 o 2 minuti.

Adesso servite i vostri gamberi e coprite con il vostro “brodo”, ridotto secondo la necessita. Spremete circa mezzo limone a porzione e guarnite con altre fettine di limone.

Bon appétit!

 

Valentina Nardi

Speak Your Mind

*