Separazione: quali i primi passi

separazione primi passiDomanda

Ho due figli di 12 e 14 anni riconosciuti entrambi dal padre. Abbiamo una convivenza di 15 anni ma ora per problemi di entrambi vorremmo dividerci.
Vorrei sapere quali tutele hanno i miei figli e quali io. Io ho un lavoro a tempo determinato part-time e i ragazzi sono a carico del padre.

 

Risposta

La domanda dovrebbe essere, più che relativa alle «tutele», che, se intese come aiuti o sostegni pubblici, sono poche o nulle, come gestire il problema che avete, cioè l’esigenza di definire la vostra crisi familiare, e quindi, alla fine, come ti devi muovere.
Premesso che l’affido, come spiego meglio in questo altro post, al quale rimando comunque per maggiori dettagli, va sempre regolato, il punto, almeno inizialmente, è vedere se possibile farlo in modo congiunto oppure se invece si rende necessaria una pratica di natura contenziosa.
Nel primo caso, concordate insieme le condizioni e firmate un unico ricorso, nel secondo caso non c’è accordo e pertanto decide il giudice, chiamato a valutare la situazione di uno di voi due.
Ovviamente, è molto, ma molto di più consigliato l’approccio consensuale. Solo che non sempre si può praticare, ma da come scrivi sembra che siate abbastanza d’accordo sulla separazione, con la conseguenza che la soluzione consensuale è più favorita.
In entrambi i casi, vi serve un bravo e competente avvocato e, se del caso, anche un mediatore familiare. Sono due percorsi da fare, parallelamente, entrambi. Con l’avvocato sistemate l’aspetto burocratico legale della vicenda, mentre con il mediatore quello più personale o umano, cercando di riprendere a comunicare.
Il primo step dunque è quello di cercare un bravo avvocato. Ovviamente, chiedi sempre un preventivo. Per quanto riguarda il mediatore, puoi vedere se nelle tue zone c’è un centro per le famiglie, che è solitamente gratuito, oppure incaricare un mediatore privato.

Lascia un commento

*