Bambino influenzabile

bambino influenzabileDomanda

Gentile Dott.ssa Cioni,
sono la mamma di due splendidi bambini: Giulia 9 anni e Mattia 6 anni il quale ha cominciato la scuola da un mesetto ormai, va a scuola volentieri ho pero un problema la maestra lamenta il fatto che Mattia faccia molta fatica a stare nel banco, si alza in continuazione e soprattutto si lascia molto coinvolgere dagli altri bambini che sono veramente molto vivaci e quindi si azzuffanno, si alzano e creano disordine.

Ho parlato con Mattia che so per certo essere un bambino buono ed educato e questo me lo ha confermato anche la maestra dicendo appunto che Mattia alle volte riprende i suoi compagni e addirittura dice loro “ora sto lavorando” ma se non ha voglia di lavorare li segue a ruota si fa coinvolgere.
La maestra sostiene sia solo una questione di controllo, ora volevo chiederle, i fiori di bach posso aiutare Mattia a restare più tranquillo e magari a calmarlo. Ho come la sensazione che abbia un po’ di ansia a scuola, è tutto nuovo e che l’energia accumulata debba prima o poi scaricarsi, quindi magari i fiori riuscirebbero ha convogliare le energie..
Attendo sue notizie.


Distinti Saluti.

Risposta

Cara E.

l’ingresso a scuola è per tutti i bambini un momento molto importante e portatore di novità, sia sul piano emotivo che comportamentale: le nuove forme di socializzazione e apprendimento, diverse dalla dimensione di gioco della scuola materna fanno emergere nuovi stati d’animo e agiti che a volte colgono tutti alla sprovvista – non è un caso isolato che bambini che come Mattia sono educati e buoni, si lascino trascinare da compagni un po’ più attivi.

Mi sembra di capire che Mattia sia proprio in questa delicata fase di adattamento fra la conosciuta voglia di giocare con gli altri bambini e le nuove richieste cognitive della scuola, accompagnate da compostezza e attenzione.

Per questo motivo sento di suggerirvi questa miscela di fiori di Bach che lo aiutino a instaurare un equilibrio in questa fase di passaggio:

  • IMPATIENTS – è il fiore che si usa in ogni dinamica legata al tempo, ma anche quando c’è tendenza all’eccessivo movimento, per i bambini che fanno fatica a stare nel banco perché c’è un eccesso di energia che necessita, proprio come dice lei, di essere canalizzata in modo costruttivo.
  • CERATO – è il fiore che stimola l’attenzione nei casi di estrema dispersione quando il bambino tende a seguire tutti gli stimoli o dar retta all’opinione degli altri, perdendo di vista ciò che vuole davvero. Lo consiglio perché lei stessa mi riferisce che Mattia esprime ai compagni di lasciarlo lavorare finendo poi per cedere alla tentazione di unirsi a loro. Occorre anche sottolineare in questi casi che l’approvazione e il riconoscimento degli amichetti a volte prevale sulla volontà di essere disciplinati di alcuni bambini, per cui questo fiore aiuta a restare più in contatto con la propria decisione e il proprio temperamento.

Suggerisco inoltre di aggiungere anche un fiore del repertorio Californiano (Fes) che si chiama MADIA – ottimo per i bambini quando fanno fatica a concentrarsi e sono dispersivi nel portare a termine i compiti, magari iniziandoli e perdendo di vista l’obiettivo finale.

Si faccia preparare questi tre fiori in miscela, in aceto di mele, e ne dia al bambino 4 gocce per 4 volte al giorno, spiegandogli che gli saranno di aiuto per essere più concentrato a scuola e lo aiuteranno a svolgere al meglio i compiti.

Nel caso quella sensazione di ansia che lei coglie in lui permanga, può aggiungere anche il fiore MIMULUS, ottimo aiuto per le paure di origine specifica, come le prestazioni scolastiche.

Spero per voi che la situazione diventi più armonica al più presto.

 

Virginia Cioni – Psicoterapeuta e Floriterapeuta

 

Lascia un commento

*