Vaccino antinfluenzale nei bambini

vaccino antinfluenzale nei bambiniDomanda

Gentile Dott. Torcetta,
le vorrei farle una domanda sul vaccino antinfluenzale.
Mio figlio ha 5 anni e quest’anno a maggio l’ho dovuto ricoverare con 40 di febbre in ospedale, per la prima volta.

Gli hanno fatto tutti gli esami e mi hanno detto che due mesi prima aveva avuto la mononucleosi, perché i valori dei globuli bianchi erano molto bassi.
Mi hanno consigliato di portarlo al mare, visto che si avvicinava la stagione estiva, così ho fatto , da quella volta non si è più ammalato.
Adesso ha ricominciato l’asilo e la pediatra mi ha consigliato di fargli il vaccino antinfluenzale in 2 dosi perché mio figlio non l’ha mai fatto: io sono un po’ restia.
Premetto che mio figlio ha un’ alimentazione varia mangia regolarmente tutti i giorni verdura e frutta.
Non so come comportarmi, in attesa di una sua risposta ringrazio
Erica

Risposta

Gentile Signora,
innanzitutto può leggere a questo link una risposta sull’argomento nello stesso periodo dello scorso anno.
La mia politica sulle vaccinazioni è già stata spiegata in altre domande. Sono ampiamente favorevole a tutte le vaccinazioni obbligatorie e a gran parte delle facoltative che vengono consigliate dai Pediatri e dalla SIP (Società italiana di Pediatria).
Suo figlio ha avuto una mononucleosi, come accade a una buona percentuale di bambini. Il fatto che a maggio abbia avuto un ricovero ospedaliero per una iperpiressia rientra negli eventi che si possono verificare nella vita di tutti i bambini. L’unica cosa che mi lascia un pò perplesso è quella affermazione sui globuli bianchi bassi. La mononucleosi è malattia che spesso decorre asintomatica o come una normale influenza e, spesso, si trascina per lungo tempo. La diagnosi sarà stata sicuramente fatta con il monotest e la ricerca anticorpale contro il virus responsabile della mononucleosi (Epstein Barr virus o EBV). Normalmente in malattia acuta i globuli bianchi sono aumentati con una percentuale elevata di Monociti; posso pensare che l’alterazione di numero dei globuli bianchi fosse dovuta alla infezione di lunga durata.
Veniamo al problema del vaccino antinfluenzale. Suo figlio ora sta bene e non ha problemi particolari; i bambini non rientrano nelle categorie a rischio incluse nell’elenco dei soggetti da vaccinare obbligatoriamente. Non c’è nessuna evidenza della utilità del vaccino in questione negli individui sani e soprattutto il vaccino lascia scoperta una moltitudine di infezioni virali che normalmente hanno una epidemiologia scolastica. La mia opinione è di non fare vaccinare i bambini perchè l’influenza stagionale non ha caratteristiche di gravità tali da giustificare il vaccino, soprattutto in individui sani.
Spero di averle chiarito i dubbi e di esserle stato utile.

Francesco Torcetta – Pediatra

Commenti

  1. Grazie. Ho le idee più chiare.
    Raffaella

Lascia un commento

*