Reflusso e svezzamento

Domanda

Buongiorno,
mio figlio Diego di 7 mesi e mezzo da sempre rigurgita moltissimo. Lo allatto al seno, e il pediatra mi diceva che con l’inizio dello svezzamento sarebbe andata molto meglio. Abbiamo iniziato con le varie creme in brodo vegetale a 6 mesi compiuti e proseguiamo con il classico programma di svezzameto, ma senza grossi risultati.
Continua a rigurgitare, anche in quantità, sia poco dopo il pasto che a distanza di un’ora circa. Si attacca ancora al seno 1 volta di notte, 1 la mattina per colazione, a volte per merenda se non vuole finire la frutta, e la sera per addormentarsi.
Dopo una crescita enorme nei primi 2 mesi ora cresce poco, ho il sospetto che si tratti di reflusso, anche se il mio pediatra dice che non devo preoccuparmene.
Per ora mangia volentieri tutto, ma vorrei sapere se ci sono dei cibi che sarebbe meglio evitare per non causargli troppa acidità.
Grazie
S.

Risposta

Buongiorno,
è abbastanza tipico che un bimbo durante lo svezzamento abbia delle oscillazioni di peso, il fisico in sviluppo consuma molta energia, pertanto per questo non mi preoccuperei e seguirei il consiglio del suo pediatra.
Se fosse veramente reflusso ci sarebbero dei segni evidenti che il medico avrebbe sicuramente riconosciuto. E’ bene comunque seguire una certa igiene alimentare, più che pensare a quali cibi riducono l’acidità ( che in questo caso potrebbero essere la carne assunta a stomaco vuoto, la frutta acida quali gli agrumi, i pomodori: ma credo che vista l’età del bimbo alcuni di questi alimenti non siano ancora compresi nella sua alimentazione) penserei ad un igiene alimentare, ovvero a comportamenti da insegnare e da far praticare a suo figlio.
In primis, farlo mangiare in tempi abbastanza lunghi, senza distrarlo troppo durante l’assunzione del cibo, ciò evita di ingoiare troppa aria; non sdraiarlo subito dopo l’assunzione di cibo, nè stimolarlo troppo. Alla fine di ogni pasto potrebbe essere utile fargli consumare una tisana tiepida a base di finocchietto per esempio che stimola l’eliminazione di bolle d’aria dallo stomaco. Quindi gli alimenti mai nè troppo caldi nè troppo freddi, verdure e carne tritate molto sottili in modo che le attività enzimatiche dello stomaco possano agire su materiale in qualche modo “masticato” molto bene, usare olio a crudo e con moderazione, un eccesso di grassi rallenta lo svuotamento gastrico.

Lascia un commento

*