Alimentazione e intolleranza alle proteine del latte

Domanda

Buongiorno,
visto che alla mia bambina quando aveva 1 mese (adesso ne ha 11) è stata riscontrata una sospetta intolleranza alle proteine del latte vaccino, le chiedo qualche consiglio per una dieta equilibrata. Non potendole dare formaggi e tutti i cibi che in qualche modo contengono latte (a volte è difficile anche trovare il prosciutto cotto senza lattosio) non vorrei eccedere con la carne.
Inoltre mi è stato detto che fino ai 18 mesi è inutile fare i test per verificare se questa intolleranza è ancora presente. E’ corretto?
La ringrazio e le porgo cordiali saluti.

Risposta
L’intolleranza alle proteine del latte vaccino nei bambini tende in genere a scomparire dopo il quarto anno di età, sarebbe oppurtuno quindi secondo me ripetere i test allergologici per verificare se la sua bambina è ancora  effettivamente allergica alle proteine e quali sono i sintomi che manifesta in caso di assunzione delle suddette.
Per evitare una eccessiva assunzione di carne e un ridotto apporto di calcio può provare a introdurre le uova (non più di due a settimana), il latte di soia (ne esistono in commercio arricchiti con calcio e vit D), un adeguato consumo di pesce almeno tre volte a settimana, e i legumi almeno due volte a settimana.

Sergio Benso – Nutrizionista

Commenti

  1. Ottimi consigli da abbinare ad una verifrica della tracciabilità del prodotto fortunatamente migliorata con la recente normativa in materia.

  2. Ma se la bambina è intollerante alle proteine del latte, non credo ci siano problemi se mangia il prosciutto cotto con il lattosio dentro. Il lattosio sono gli zuccheri e non contengono le proteine. Sbaglio?
    Inoltre un’intolleranza non credo si possa rilevare con nessun test, ne a 11 mesi ne a 4 anni. Cosa completamente diversa in caso di allergia. Scusate il commento, ma ci siamo passati anche noi (e ci stiamo ancora immersi per il secondo figlio). Mi chiedo se ho capito male la faccenda.

Lascia un commento

*