Il secondo figlio

Poi, quando ne hai due, ripensi a questi dubbi con un sorriso, un po’ tenero e un po’ “vissuto”.
Ma quando quel test si colora e hai un altro bimbo, magari piccolo, accanto a te, il primo pensiero corre al lui.
Anzi, corre al tuo affetto per lui.
Lo saprò amare allo stesso modo? Come si può amare un secondo figlio come il primo? Ci sarà spazio per entrambi? Cosa sto togliendo al primo? Soffrirà? Il famoso amore che non si divide ma si moltiplica vale per tutti? Non è che sono una delle poche che resterà bloccata lì?
Quando aspettavo Niccolò, scrivevo QUESTO. Ricordo che, in queste ultime settimane di gravidanza, guardavo Matteo come si guarda un condannato. Lo guardavo, così piccolo (23 mesi), così ancora dipendendente, con il suo ciuccio e il suo pannolo e mi sentivo soffocare. Non avevo pensieri che per lui.
Poi è arrivato Niccolò, rumorosamente, fastidiosamente.
È piombato qui rompendo tutti i fragili equlibri, stravolgendo tutte le sicurezze con le sue 20 ore di pianti ininterrotti, infastidendo suo fratello (e non solo lui) in maniera indescrivibile e, a tratti, insostenibile, sorprendendci con una personalità tutta sua e con caratteristiche faticose da gestire.

Non ha avuto un atterraggio morbido. Per nessuno.
Ma non importa, perchè alla fine questo benedetto amore si moltiplica davvero. E io ero una di quelle un  pochino scettiche. 🙂
Magari un po’ più lentamente, in modo diverso, lasciando affiorare sensazioni differenti, nuove.
Un fratello è per sempre e io che non ce l’ho ne so qualcosa.

Ecco, questo volevo dire a Elisa che mi scrive questa mail.
E voi? Cosa le volete dire?


Ciao Silvia,
sono di nuovo qui a scriverti perché nel corso dell’ultimo anno ho trovato tanti spunti utili sul tuo blog, tante osservazioni e tanti “attimi di vita” che mi sono stati d’aiuto per riflettere, per imparare o anche solo per conoscere i diversi aspetti del nostro ESSERE MAMME.

Oggi mi trovo a dover affrontare un argomento che da tanto tempo mi turba, fino ad oggi ho rimandato ma mi rendo conto che devo cercare di superare lo scoglio e andare avanti e spero di trovare in te e nelle mamme che ti leggono un aiuto nel prendere una decisione, o meglio, io so già quale decisione prenderò ma vorrei essere in grado di “viverla bene”.

Andiamo al punto: sono mamma di un bimbo di 2 anni e mezzo, Passerotto, che amo, adoro, che ha rivoluzionato la mia vita dal primo momento in cui l’ho visto; da quando è nato sono diventata prima MAMMA, poi tutto quanto il resto (moglie, figlia, lavoratrice, amica, sorella…). Quel legame meraviglioso, quell’amore indescrivibile è nato in me quando è nato lui. Insomma sono diventata Mamma Imperfetta a 160 gradi come te e come tutte le mamme che ti leggono.

Ho sempre pensato che avrei avuto due figli, inizialmente ho rimandato perché lui era ancora piccolo, poi perché io non ero ancora pronta, poi per qualche altro futile motivo ma in realtà il problema è: SARO’ IN GRADO DI AMARE UN ALTRO FIGLIO COME AMO LUI? A me sembra che non ci possa essere spazio nel mio cuore per una altro amore così grande. E poi… anche solo il pensiero di avere un altro bambino mi fa sentire tremendamente in colpa nei confronti di Passerotto perché mi sembra di TOGLIERGLI PARTE DEL MIO AMORE, di privarlo della sua mamma!

In questi giorni sto cercando di decidere, so che razionalmente è giusto dargli un fratellino/sorellina, io da sorella so cosa significhi avere qualcuno al tuo fianco per tutta la vita, non voglio un giorno lasciarlo solo ma voglio che abbia un compagno/a per tutto il suo cammino, anche quando io e mio marito non ci saremo più. Ma come posso vivere questa decisione senza sentirmi in colpa con lui per l’amore che darò ad un altro esserino, per il tempo che dedicherò al nuovo bimbo che spero il destino ci conceda e per il tempo e le forze che non potrò offrirgli più al 100%?
Come posso prendere questa decisione senza sentirmi in colpa anche con chi forse arriverà perché già da ora lo sto trascurando e mettendo in secondo piano rispetto al fratellino maggiore?
Forse sembreranno dubbi sciocchi a chi come te ha già più di un bimbo, ma davvero, in questo momento questi pensieri mi impediscono di vivere felicemente quello che dovrebbe assolutamente essere un momento importante e di grande gioia per la mia famiglia.

Grazie mille per il tuo prezioso blog.
Elisa.

Commenti

  1. Daniela dice:

    il mio cucciolo ha ora poco più di 8 mesi, e aspetto il secondo (o la seconda?), sono di 11 settimane, quando nascerà cucciolino avrà 15 mesi… mi sento egoista nei suoi confronti, temo di togliergli del tempo… ma al tempo stesso sono contenta del prossimo arrivo… a volte a pensarci mi si lacera l’anima… è un amore così grande….

  2. Aggiungo per chiarezza che desidero tanto, anzi tantissimo il secondo bimbo, ma mi blocca immaginare la nostra nuova famiglia come una continua e stentata corsa ad ostacoli, non per la fatica in se, ma per la mancanza di serenità e tempo che aprono una finestra ad aspetti poetici e umanamente profondi della vita. Sempre finché si ha la salute per farlo…per tornare all’immagine del tavolo: meglio cenare in tre, mangiando discretamente, in una casa pulita e chiacchierando amabilmente oppure in 4, nell’amore, si’, ma anche nel caos, stressati e approssimativi su tutto..?

    • e quando la voglia non c’è?
      io vorrei, per la mia bimba, perché lo so cos’è avere i fratelli avendo due!ma dall’altra parte non voglio vivere tutto un altra volta, gravidanza, post gravidanza,ecc
      allora il mio dilemma è: lo faccio per lei o non lo faccio per me?

  3. Scusate, ho problemi di connessione! Volevo esporvi la mia paura: che il secondo bimbo sia una gioia troppo “cara” non solo in termini economici ma nei confronti della qualità di vita e della serenità della famiglia attuale. Chi cresce un figlio nei sacrifici, magari senza nonni, tate, nidi come me può capirmi…perché non ammettiamo che in alcuni casi di più non significa meglio?

  4. zelia80 dice:

    Il secondo…che terrore misto desiderio, sicuramente alla mia di 27 mesi farebbe un gran bene un fratello e sarebbe anche il momento giusto per molti motivi tranne per due per nulla sottovalutabili, il primo è quello del lavoro, ho 33 anni e 3 anni fa ho iniziato e concluso una scuola professionale triennale per lavorare coi bambini e mi sono appena immessa nel mercato lavorativo, stare subito a casa sarebbe un po’ controproducente (anche se al momento di lavoro non ne trovo), ovviamente sono libera professionista. Secondo la mia scarsa pazienza, già con la prima sclero e faccio delle grandi urlate, figuriamoci con due e poi lavoro coi bimbi, la mancanza di pazienza è un ostacolo anche li. Che frustrazione! A volte penso di non essere molto tagliata…ma un po’ di desiderio c’è…che si fa? a cosa si da ascolto?

  5. Neanche io ho avuto fratelli e questa mancanza ha condizionato tutta la mia vita. Ma ora che ho Davide, nato da 5 mesi, mi chiedo dove troverò le energie per avere un altro figlio. Eppure ho giurato a me stessa, prima di mettere in cantiere una famiglia, che non avrei lasciato il mio primogenito da solo. Da una parte ho paura di non farcela a gestire decentemente due bambini, dall’altra non vorrei negare a Davide quello che a me manca da 32 anni. Dalla mia ho un po’ di tempo (lui è davvero piccino e io non sono così avanti negli anni), spero che l’istinto mi indichi prima o poi la strada giusta per noi.

  6. Ciao,sono Giorgia,ho notato leggendo i vostri commenti di non essere l’unica ad avere dei dubbi riguardo il secondo figlio.Ho una bimba di 6 anni,da quando è nata lei la mia vita è cambiata parecchio,prima mi sentivo molto sola,mia madre abita in Sicilia ed io a Milano,mia sorella sul lago maggiore e ci vediamo pochissimo,mio fratello è da 2 anni che non lo vedo,insomma la mia famiglia si è scombinata dopo la separazione dei miei genitori,ho deciso di avere una figlia perchè volevo crearmi una nuova famiglia,anche se col mio compagno non erano tutte rose e fiori,abbiamo dei caratteri diversi, e ci siamo separati diverse volte,credo che tra me e luyi non sia mai stato vero amore,eppure siamo sempre insieme.Ho sempre desiderato un secondo figlio,ma questa nostra situazione mi ha frenato molto.Poi circa trea nni fa ho riscontrato un linfoma toracico,fortunatamente la cure mediche sembrano aver funzionato.Quindi ho perso altri anni per disintossicare il corpo dalla chemio.Adesso ho 40 anni,quanti dubbi…..o adesso o mai più!Ho sempre desiderato 2 figli,ma ricominciare mi spaventa,sopratutto alla mia età!Ho appena trovato un lavoro,dopo averlo cercato per molto tempo.Adesso sto bene,adoro la mia bimba,ma mi piace molto anche stare da sola con me stessa,a volte quando la porto a scuola tiro un sospiro di sollievo,mi piace la tranquillità, e anche il silenzio.Però l’emozioni che mi ha dato e mi da mia figlia…non sono paragonabili a niente!Lei è tutto per me, tutto quello che ho perso nella mia vita, un padre,una famiglia unita ecc.Adesso la mia piccola sta crescendo..questo mi fa stare male…ogni volta che ritiro i vestitini che non le stanno più…i giochi che non usa più….ma è normale tutto questo?Forse è proprio questo che mi fa pensare che desidero un’altro figlio, ma ho tanta paura ….

  7. maddalena dice:

    cARE RAGAZZE
    Anche io come tutte voi leggendo i commenti mi scappa la lacrima, ho una bambina meravigliosa di 8 mesi e solo ieri ho scoperto di essere incinta di quasi 4 settimane non vi dico
    paura ansia ho fatto un cesareo neanche 1 anno fa e poi mia figlia è piccola e ancora bisogno di tante cure e attenzioni dalla sua mamma prego solo il Dio che mi ha voluto donare quest altro bambino che tutto vada bene e ce abbia la forza di essere una super mamma.

  8. Sono arrivata a questo blog come molte di voi dopo aver digitato le psrole “secondo figlio”… Ora sono con le lacrime agli occhi dopo aver letto delle vostre esperienze. Ho 35 anni e sono mamma di un bimbo che tra un mese compirà 3 anni. A settembre ho smesso di prendere la pillola ma ancora non riesco a decidermi per il secondo figlio. Mio marito lo vorrebbe e io so con certezza avendo due sorelle di non volere che mio figlio sia solo. Ma i dubbi non mi abbandonano mai. La prima gravidanza e stata difficile, 2 ricoveri e problemi vari che mi hanno costretta a stare in casa gli ultimi 5 mesi in completa solitudine. Depressione post-parto durata piu di un anno da cui sono uscita da poco. Figlio cresciuto senza aiuti se non quello di mio marito. Ora molte cose sono cambiate in positivo ma la paura e ancora troppo grande anche sr con tutta me stessa vorrei un altro bimbo

  9. salve a tutte sono carla e sono incinta di sei settimane,e’ il mio secondo bimbo e avevo tutte le paure lette da tutto cio’ su scritto,dico avevo perche’ grazie ad alcune testimonianze vostre ho capito che sono paure inutili,la donna andata in menopausa a 36 anni che non puo’ avere la seconda gravidanza…oppure l’altra a cui hanno provocato alla sua bambina una paralisi al braccio durante il parto e ora lei le dara’ un fratellino….io penso che l’amore nella vita e’ tutto e ammiro anche chi supera il pensiero economico …dove mangiano tre mangiano quattro….sono felice di questa gravidanza ora piu’ che mai grazie a tutte voi….
    volevo anche qualke consiglio su qualke libro da leggere una di voi ha consigliato gelosia tra fratelli avete altri suggerimenti ?grazie

  10. Anche io sono molto combattuta sul secondo figlio, primo perchè ho 40 anni sono senza lavoro con un bimbo di 4 anni che ha bisogno di tante cose e un compagno che lavora da solo e tante spese… affitto bollette ecc.. che fare? cercare lavoro (cosa che faccio da tanto!) o provare ad avere un altro figlio?saluti a tutte.

  11. Ciao Stefania, non posso non risponderti: io ho perso mio papà quando la mia Giulia aveva quasi 2 anni e la mia mamma due anni dopo, quando ero incinta di 8 mesi del mio Luca. Cominciavo a riprendermi, ad essere ottimista sul futuro e, proprio quando rimasi incinta del mio pulcino, riscontrarono a mia madre una malattia che non le lasciò scampo. Sono stati anni durissimi, anni in cui sentii che le mie radici erano state troncate senza alcuna cura. Anni in cui piangevo ogni sera prima di addormentarmi pensando a quanto mi mancassero i miei genitori, anni in cui capii che cosa significa essere soli nonostante tante persone intorno. Credo però che siano proprio stati i miei figli a darmi la forza e la spinta per guardare con fiducia e entusiasmo al futuro. Mi hanno aiutato a riportare alla luce ricordi nascosti della mia infanzia e con loro ho imparato la preziosità di ogni momento passato in famiglia.
    Da 7 mesi è nato il mio terzo bambino, Marco, e so che, se tutto questo è stato possibile, è soprattutto per l’amore che i miei genitori hanno sempre alimentato per me e in me. La luce c’è in fondo a questo tunnel che stai percorrendo, abbi fiducia e sii forte, ammetti le tue difficoltà e ascoltati.
    Detto questo, penso però che se ancora c’è sofferenza e ansia in te, tu non debba obbligarti a voler “adempiere” a quello che è un tuo desiderio per il bene di tua figlia. E’ ancora piccola e tu hai ancora tempo per “programmare” una seconda gravidanza. Vivi il tuo dolore e cerca di elaborare questo lutto. Dedicati alla tua bambina e non pensare che i figli unici siano sicuramente soli. Noi e le nostre famiglie siamo il risultato della nostra volontà, ma anche di una serie di coincidenze casuali e non casuali che segnano le nostre vite. Io ho cercato di affrontare i momenti più difficili “obbligandomi ad affrontare un giorno alla volta”. Prova a farlo anche tu e forse tutto sarà un po’ più leggero. Ti abbraccio come abbraccerei una sorella!

  12. stefania dice:

    Ciao a tutti sono Stefania,ho 36 anni e sono mamma di una bimba du 15 mesi .vorrei tanto avere un altro pupo ma dentro di me ci sono troppi conflitti e soffro molto.purtroppo prima che nascesse la mia bambina,mio padre e scomparso in un brutto incidente..ho vissuto male tutto da quel momento..il parto mi terrorizza e anche se ho passato una bella gravidanza ora mi spaventa anche quella..sono triste perche mi sento soffocare all idea di non poter dare una compagnia a mia foglia,e io lo desidero tanto.vi prego rispondete .sicuramente qualcuna avrà vissuto la mia brutta esperienza ..non do cosa fare..grazie a tutte

  13. Sabrina dice:

    Dal mio punto di vista, la paura che abbiamo tutte quante è se il primo possa comprendere che è e sarà amato comunque allo stesso modo anche con l’arrivo di un secondo; che le attenzioni di mamma, papà e tutto il parentado verso il piccolino non sono in sostituzione di quelle verso di lui, ma solo alternate alle sue. E’ pur vero che le ore di una giornata sono 24, indipendentemente da quanti figli si hanno e togliendo qualche ora di sonno qua e là, un lavoro, e tutti gli impegni e difficoltà che già ben conosciamo, il tempo stringe. Ma credo anche che dobbiamo puntare sulla cosiddetta “qualità” della relazione che offriamo ai nostri piccini piuttosto che contare i minuti dedicati ad uno o all’altro..insomma, nella nostra testa stanno tutti e due (o più), ma la vera difficoltà è farlo capire a loro.

  14. Carissima Emanuela,
    sono mamma di 2 bimbe, 3 anni e mezzo e 8 mesi, ti dico subito uno dei miei motti: UNA COPPIA FELICE CREA UNA FAMIGLIA FELICE!
    Il mio consiglio spassionato è di sistemare al più presto la tua situazione di coppia, riscopritevi, lascia la bimba ai nonni o alla baby-sitter per qualche sera e andate a cena voi due, fatevi delle domande come se fosse la prima volta che uscite insieme, e se questo non basta andate da un consulente matrimoniale, teniamo botta almeno nei sentimenti in questo periodo di crisi in tutti gli altri campi!! Essere coppia e poi famiglia è sacrificio e benedizione, più si è in casa e più crescono i due fattori.
    La tua bimba è intelligente, più della norma, quindi deduco che intuisca che le cose fra mamma e papà non vanno bene, direi prima di sistemare la situazione di coppia prima di far arrivare un altro bimbo in famiglia, i bimbi ci soffrono un pochino quando arriva un “intruso” (intruso ai loro occhi!).
    Niente ansia sul secondo figlio!! Se lo vuoi davvero e sei felice all’idea di rivivere tutto da capo, trasmetti la tua felicità ed entusiasmo alla tua piccola, preparala con gioia e divertimento all’arrivo di un compagno di gioco, un alleato, un legame per la vita!
    La mia bimba di 3 anni e mezzo è gelosa, siamo tutti suoi, anche la sorellina, ma guai a dare più corda alla piccolina!
    Ma d’altronde si devono anche un po’ abituare e se voglio coccolare la piccolina lo faccio anche in presenza della grande, la quale è stra-coccolata!!
    Noto che la grande soffre quando la metto a letto e poi mi vede uscire con la sorellina in braccio, allora ho provato a metterle a dormire nella stessa stanza: un successone!! Ridevano insieme, si allungavano per toccarsi le mani, e serenamente si sono addormentate, e se la piccola si svegliava piangendo, la grande manco la sentiva!!
    Io ti racconto solo la mia esperienza, ti consiglio ti sistemare la tua situazione di coppia, poi… segui il tuo istinto, sempre!!
    Un abbraccio
    Yaya

  15. Emanuela dice:

    Ciao a tutti,
    mi trovo a rivivere la stessa situazione di Silvia, nell’incertezza di volere un secondo figlio e nella consapevolezza che questo sarebbe giusto per la mia piccola di 2 anni. Ho avuto la fortuna di ricevere una volta in regalo questo dono quasi perfetto, un po diverso dagli altri al dire del mondo, oltre che per essere una brava bambina che non ha mai dato fastidio, anche per essere riconosciuta per la sua intelligenza superiore alla norma. Il secondo figlio non potrebbe mai competere con lei ed ho paura che ne soffra. In più c’è da parte mia un grande senso di colpa per dover togliere una parte del poco tempo che dedico alla piccola. Aggiungi poi la paura di sostenere una seconda gravidanza, essendo stata la prima piena di angoscie, ansie e paure, e aggiungici pure per ultimo ma non meno importante che da quando è nata la piccola il rapporto di coppia fa quasi schifo…. non so se faccio bene a pensare alla futura possibilità di poter ricevere un secondo bimbo!

  16. Mamma on the Run dice:

    Che bella notizia Daniela!!! Sono felicissima per te!!!
    E’ vero… anch’io ora mi domando come facevo ad avere dubbi sul secondo figlio.. E anzi per certi aspetti è ancora più bello del primo perchè ce lo si riesce a godere di più…

  17. Eccomi! qui ho letto e scritto perchè l’argomento secondo figlio mi tormentava e poi rasserenava ma non è andata al primo colpo come leggo con gioia da alcune di voi, un bimbo un anno fa l’abbiamo perso e c’è stato un momento che non sapevamo cosa fare, se riprovare o no. Bhè il 16maggio è nata Giorgia! è stupenda! bellissima ogni giorno di piu’! suo fratello la adora ( per ora!) guai chi la tocca o guarda, è la sua bellissima principessa! il fatto che sia diciamo autonomo( quasi5 anni) ci permette di aver piu’ tempo e serenita’ di occuparci e goderci la piccola cercando in particolare quando dorme di esser tutti per Luca, la guardo e mi domando come cavolo facevo ad avere dei dubbi!! mio marito se la guarda come fosse un innammorato di 15anni e io ai suoi primi sorrisi consapevoli di qualche giorno fa ho riempito le guance di lacrime! e poi a differenza di Luca fotocopia del padre lei assomiglia a me, insomma sono stupendi!! buttatevi e di certo non vi pentirete!

  18. Silvia, un abbraccio a te. Forte, forte e grazie. :heart:

  19. Mamma on the Run dice:

    Ciao a tutte. Torno dopo mesi per annunciarvi che il 10 maggio è nata la mia piccola e…….. è una gioia infinita!!!!
    E ci tenevo a dirvi che fare una seconda figlia è stata una delle decisioni più azzeccate della mia vita, è incredibile e bellissimo constatare che l’amore veramente si moltiplica!!!
    Sono felicissima di avere avuto il coraggio di buttarci e che sia andata al primo colpo… perchè in caso contrario non so se avremmo avuto ancora il coraggio di provarci, eravamo veramente insicuri e… impanicati 9 mesi fa… invece ora siamo felicissimi!!!!!

    Riguardo alla gestione posso dire che, per quanto mi riguarda, trovo la gestione della secondogenita molto più semplice di quella che era a suo tempo della primogenita (probabilmente perchè si è più esperte e tranquille) e ce lo si gode molto di più, almeno per me è così…. Forse anche per il fatto che, a differenza che col primo, si è certi che poi non ci saranno più altri neonati di cui occuparsi….
    L’unico aspetto difficile di ora è che la grande, pur essendo innamoratissima e felicissima della sorellina (la vuole sempre vedere, accarezzare, baciare, cullare, ecc) credo sia stata “colpita” dalla normale gelosia. La manifesta in parte nei miei confronti rifiutandomi delle volte :°-( e coi capricci, probabilmente sorti perchè all’inizio abbiamo cercato di assecondarla troppo per paura che si sentisse messa da parte… ma il confine con l’ “approfittamento” non è facile……. comunque credo sia una fase normale…
    Io sto cercando di continuare a dedicarle dei momenti in esclusiva e vedo che in quei momenti è felice …penso sia un periodo transitorio, non è ancora passato un mese!!!

    Un abbraccio a tutte e, per le indecise il mio incoraggiamento è: buttatevi e ne sarete felici!!!
    Silvia

  20. sono alla 6a settimana, ho proprio appena scoperto di essere rimasta incinta al primo colpo…il mio piccolo ha 14 mesi…e come voi anche io ho questi dubbi. non trascurare il primo e nemmeno quello/a in arrivo…da figlia unica ho sempre desiderato avere 2 figli o anche 3, ma ammetto che i primi 6-7 mesi non sono stati facili….il piccolo ancora non dorme tutta la notte, comincia a fare i primi brutti sogni….
    ma non voglio lasciarlo solo e ora che sono incinta non mi sembra nemmeno di godermi la gravidanza (anche se appena iniziata), perchè il mio pensiero è rivolto proprio a lui, così piccolo ancora e bisognoso delle mie attenzioni. spero davvero di essere una brava mamma per lui e per il secondo in arrivo…
    mi sono davvero commossa leggendo le vostre sensazioni, emozioni e volevo solo ringraziarvi. sapere che non è solo un mio dubbio, che non sono solo mie paure, mi aiuta a capire che sicuramente il mio amore per uno non diminuirà, quando arriverà l’altro e soprattutto che siamo noi genitori i primi a dover aiutare i nostri piccoli e a fargli capire che in famiglia nessuno è sostituibile….
    sono i nostri piccoli preziosi doni :heart:

  21. Betty dice:

    Ciao, ho scritto “secondo figlio” ed ecco che si è aperta questa pagina… la mia testa in questo momento è piena di domande. Cerco un pò di coraggio.. non so perchè ho paura… Il mio piccolo amore ha 32 mesi ed io e mio marito stiamo pensando di dargli un fratellino/sorellina… MA QUANTI DUBBI NELLA MIA TESTA!!! Leggendo le vostre risposte mi sembra tutto molto più semplice!! In questo momento la preoccupazione più grande è “avrò abbastanza tempo per entrambi i bimbi??” Aiuto… Ciaoooo Mamme!!!

  22. Giovanna dice:

    ciao, pensavo di non incontrare niente su questo argomento, invece ho trovato un mondo di pensieri che comparto in questo momento della mia vita, Anche io sono troppo indecisa, sto pensando al secondo figlio , ma ho tanta paura mia prima figlia ha 7 anni non so si ci sara troppa diferenza fra di loro, ho paura di ricominciare, del futuro, della crisi mondiale ho pasato periodi dificili 1 anno e mezzo di separazione con un lieto fine adesso stiamo insieme nuovamente, adesso vorrei prendere una decisone imaginare un altro figlio mi fa sorridere ma la paura non mi fa prendere una decisione, vi faro sapere cosa faro grazie a tutte in questi momenti e bellisimo trovare persone che compartono le nostre stesse paure

  23. DANIELA dice:

    Grazie Francesca, sei commovente! io guardo il mio Luca e lo trovo perfetto come dici tu e mi domando”ma come fara’ la piccola ad esser altrettanto bella??” bhè non lo sara’ ma sara’ speciale comunque e chissa’ quante altre cose ci fara’ scoprire ed insegnare! intanto Luca parla dalla pancia con sua sorella dicendomi che lui ha un pezzo del suo cuore e la piccola ha un pezzo suo, questo mi scioglie non poco!! un bacio

  24. Per Francesca.
    grazie amica mamma. grazie per aver condiviso i tuoi sentimenti.

  25. FRANCESCA dice:

    sono alla 18esima settima..ed il primo figlio, Alessandro, ha solo 21 mesi. Che dire..leggendo i vostri post è impossibile non commuoversi: le paure e le speranze sono le stesse. Ho cercato per tutti questi mesi di essere una super mamma e dare tutto senza risparmio ad Ale (in termini di tempo, spazio, e soprattutto cercando di dargli intellettualmente il massimo) cosa non facile.. perchè Alessandro è mooolto impegnativo..ha sempre dormito poco e mangiato nulla.. per non parlare del fatto che ad oggi ancora la notte prende il latte e spesso dorme con noi…che fatica!!! certo poi lo guardi e tutto diventa irrilevante, la stanchezza c’è ma sparisce guardando tale perfezione divina..dolcezza indescrivibile..cervello e creatività in fermento..occhi bocca manine piedini tutto così bello e perfetto..e ti chiedi se davvero questa possa essere un’opera umana..e rispondi noo impossibile come abbiamo fatto io e mio marito, esseri tanto imperfetti a fare cotanta opera di perfezione???
    già mio figlio è tutto! e poi un bel giorno faccio il test e sono incinta, e piango, e sorgono i mille dubbi..sarò in grado di gestire entrambi nel modo giusto? soffrirà ale? ed il nuovo arrivo? posso dar loro abbasta di me?
    poi leggo i vostri post e dopo le lacrime sorrido e penso che sarà bello, difficilissimo ma bello..certo dovrò sopravvivere al primo anno ma dopo quello spero che i due marmocchietti si ameranno e mi permetteranno di amarli..voi dite che l’amore si moltiplica? su quello non ho dubbi e delle mie forze fisiche (mamma sola che lavora..ah si c’è un marito..ma è solo un uomo..che si può pretendere?;)) che dubito!! mando un bacio e un abbraccio a tutte voi sorelle di vita! :heart:

  26. DANIELA dice:

    Sai Yaya capita spesso di pensare anche a me quanto mi manchera’ Luca in ospedale e immagino ad occhi aperti quando lo rivedro’ come quando ogni giorno lo vado a prender all’asilo e mi corre incontro urlando mamma ( e passano solo 4 ore e ogni giorno mi sciolgo!). Aggiorniamoci, Baci

  27. ciao YAYA, grazie e un abbraccio a te!
    in bocca al lupo! e tienici informate 🙂

  28. Grazie per l’apprezzamento Lory e Daniela!!
    Faccio del mio meglio, spero dia dei discreti risultati.
    Quanto mi mancherà la mia Zoe mentre sarò in ospedale!!!
    Ma quanto sarò presa con la neonata?!?!?!! :biggrin:
    Di nuovo un abbraccio affettuoso a tutte!!!

  29. DANIELA dice:

    Chiara e Yaya siete stupende e grazie per gli spunti, sto’ provando anche io con il mio cucciolo di 4 anni a prepararlo all’arrivo della sorellina e al momento non vede l’ora! meno male! leggero’ di certo i libri suggeriti, grazie grazie!

  30. Chiara, :cwy:

  31. Leggendo il post di Gaia penso che a volte dimentichiamo che il nostro ruolo di genitori sia anche permettere ai nostri figli di affrontare frustrazioni in un ambiente protetto. E quale frustrazione salutare c’è migliore della nascita di un fratello? Non è il nostro primogenito a dover essere pronto ma noi, consapevoli che tutto cambierà, flessibili a nuove strategie. Questa è una delle tante scelte che facciamo al posto dei nostri figli: ne dobbiamo prendere consapevolmente la responsabilità, contagiando i nostri figli.
    Sarò paradossale, ma credo seriamente che sia molto più difficile essere genitori di un figlio unico che di più figli, poichè la tentazione ad assecondare ogni suo desiderio, ad esserci sempre senza mai farlo aspettare, deve essere davvero forte quando hai un solo figlio. E questo non è un bene, sia per noi che per lui.
    La famiglia è una palestra importante, e non è certo la presenza di un fratello o di una sorella a trasformarla in agonia.
    Sono stata fortunata: il rendere partecipe la mia primogenita ad ogni aspetto legato all’attesa e alla nascita del secondogenito è stata la strategia vincente.
    Stava ore a guardarmi mentre lo lavavo e lo allattavo, mentre le raccontavo che facevo le stesse cose quando lei era nata: è come se avesse ripercorso quei momenti completamente perduti nella sua memoria.
    Ho sempre cercato di farla comunque sentire unica, altro da suo fratello, ma unita a lui da un legame indissolubile.
    Oggi passano molto tempo insieme, litigano e discutono, ma si conoscono come nessun altro. Si addormentano chiacchierando, dividono l’ultimo ovino kinder rimasto, apprezzano i momenti in cui sono da soli con me o con il padre ma non rinuncerebbero mai alle serate tutti insieme.
    Ed è stata proprio la più grande a parlare per prima di un altro fratello che arriverà tra 10 settimane. Ed è lei che ha contagiato suo fratello nell’entusiasmo per l’attesa di questo nuovo arrivo.

    • Ciao,

      ho letto tutti i vostri commenti ed opinioni… stavo cercando una risposta alla domanda: avere un secondo figlio…come si fa? cercavo in rete opinioni ed esperienze, forse stavo cercando che qualcuno mi dicesse cosa fare.
      Io ho un bellissimo bambino di 26 mesi, insomma poco piu` di due anni. E` stupendo, da quando e` nato mi regala emozioni uniche…come capita a tutte le mamme. Certe volte mi trovo incantata a guardarlo mentre sta facendo qualcosa….caspita! e` cosi` bello vederlo crescere, imparare, giocare, dormire…tutto. Dite voi, tutto facile! Si e no. O meglio so di essere fortunata, di avere un bambino in salute e meraviglioso, di un marito altrettanto stupendo che mi sta accanto nonostante lavori un sacco, e quando c’e` si dedica a suo figlio. Sono fortunatissima perche` ho un bel lavoro come ingegnere, fisso, sicuro, sono fortunata perche` anche io sto bene.
      Lo scorso inverno ho dovuto affrontare una scelta: mamma o carriera lavorativa con super stipendio? Ebbene ho rinunciato ad un superstipendio che pero` mi avrebbe portato via da casa moltissimo se non addirittura via per 10 giorni al mese. La scelta lo fatta insieme a mio marito. Ho scelto di lavorare un po’ meno per veder crescere mio figlio. Non e` stato facile. Ho tanto studiato e fatto sacrifici per avere questa laurea e farmi un bel posto di lavoro che rinunciare mi sembrava un passo enorme. Ma l’o fatto e sono anche contenta, perche` vedo di piu` mio figlio, nonostante non possa stare a casa per motivi economici, ma cerco di fare 8 ore e basta.
      Ma non mi basta! Voglio di piu`! Credetemi che mi sento in colpa per il mio desiderio di stare a casa con lui sempre avendo un posto di lavoro fisso! E lo desidero tanto! SOno convinta che sarei una mamma migliore, non sarei sempre cosi` stanca quando torno a casa da lavoro e mi arrabbierei di meno con il mio piccolo.Sono sicura che lui non apprezza i miei sbalzi d’umore dovuti alla stanchezza.
      Aggiungiamo a tutto questo che il mio desiderio di dargli un fratellino/sorellina e` tanto! Sono cresciuta con 4 sorelle e sono convinta che se a mio figlio piacerebbe molto crescere in compagnia! E aiuta molto a capire la condivisione delle cose. Ma come si fa? Come faccio? Caspita alle votle sono cosi` stanca che non riesco a sopportare mio figlio che fa i capricci….figuriamoci se ne avessi due!!!!!
      Quando vedo quelle belle famiglie di 3/4 figli a messa o a passeggio…caspita sembra siano sempre tutti felici e sereni…so che none ` sempre cosi`, che l’educazione, l’essere genitori e` difficile e` veramente il mestiere pi`u difficile….ma sembrano felici. E io vorrei aumentare questa felicita`….ma quando farlo questo secondo figlio? Quando allargare ancora la famiglia?
      Quando e` il momento giusto per me e per il mio piccolo? Mio marito non ha problemi, lui dice che quando io mi sento pronta e` il momento. Tutto sta a me.
      Non so cosa fare….lascero` maturare i tempi, aspettero che il mio piccolo finisca il nido e ci pensero`…
      Cosa fare?
      Grazie dell’ascolto.

      • liliana dice:

        Ho un bellissimo bambino di 3 anni, dopo un aborto che ho avuto l’anno scorso, il mio compagno è deciso a non avere piu figli, sia per la sua età, ha 48 anni io 36, sia perchè lui ha già un altro figlio di 18 anni avuto dall’ex moglie. Io dietro questo desiderio del secondo figlio ci sto morendo, tra l’altro ho anche perso il lavoro e mi ritrovo a non far nulla e a pensarci ancora di piu disperatamente, lui pensa alle condizioni economiche che si fanno sempre piu precarie, ma io penso che se non lo facciamo adesso sto figlio, non ci sarà piu occasione, sia per l’avanzare dell’età, sia per il coraggio, per tutto. Voglio dare a mio figlio un fratello coetaneo non un fratello zio. La mia voglia di maternità mi sta facendo stare davvero male ma a questo lui reagisce spesso male….non so che fare, non voglio distruggere il nostro rapporto ma lui ha un atteggiamento schizofrenico, perchè ogni tanto abbiamo rapporti liberi e lui non si trattiene…vorrà pur dire qualcosa…poi invece decide che no…intanto purtroppo non rimango subito incinta come prima e se lui toglie pure le occasioni è finita….Non voglio un figlio unico viziato…mi pare una condanna per lui ma anche per me. Lui è estremamente egoista…anche io lo sono, ma alla fine un figlio è una gioia….e se solo i suoi parenti ci aiutassero, che i miei sono lontani e invece non si sono mai degnati….questo ha reso il nostro menage ancora piu difficoltoso, specie perche io lavoravo….ora non ho il lavoro e non ho nemmeno il mio secondo bambino che ho perso….mi sentoi inutile, se non fosse per il mio adorato bambino di 3 anni sarei impazzita.

        • Elisa dice:

          Ho uba bimba di due anni e da un paio di mesi rdesidero il secondo.. mio marito nn voleva eppure è una settimana che abbiamo rapporti liberi senza k lui si controlli e tutto di sua iniziativa. . Ho solo paura che se restassi incinta lui nn la prenderebbe bene.. continua a dire che è predto per il secondo eppure nn fa nulla per evitare che artivi… ho 22 anni la possibilità di rddtare incibta al primo colpo è molto alta… io lo spero tanto… e spero che lui nn la prenda male

          • Ciao elisa!
            Io sono una ragazza giovane come te, precisamente ho 20 anni. Io non ho ancora figli ma ti assicuro che in una età così giovane il desiderio non manca ne dà parte mia ne dal mio fidanzato!.

            Vorrei rispondere al tuo messaggio semplicemente dicendo che la migliore soluzione x non creare casini, è quella di prendere il tuo compagno e chiedere il perché non fa rapporti protetti se non vuole un figlio! Così lo metti a fatto compiuto e lui non si sentirebbe ingannato se tu stessi zitta e rimanessi incinta.

  32. Yaya sei grande!!!!! grazie per i consigli.

  33. Ciao a tutte!!!
    Tra una settimana nasce la secondo genita, la prima ha appena compiuto 3 anni. Incomincia a sentire che qualcosa sta cambiando, comunque è da quando sono incinta che le dico che avrà una sorellina e lei si dimostra protettiva, se mio marito mi accarezza la pancia lei gli dice “stai attento! fai male! nella pancia della mamma c’è la sorellina!!” e io le dico “eh sì, ma poi la sorellina esce dalla pancia della mamma e ci giochiamo, vero?” e lei mi risponde “sì, ci giochiamo tutti insieme”. Io non mi reputo assolutamente la mamma dell’anno, ho tutto da imparare!! Ma ho capito che tutto dipende da noi genitori, se sono ansiosa lo è anche lei, se sono tranquilla lo è anche lei, quindi cercate di non partire subito col piede sbagliato, vivete serenamente giorno per giorno, affrontando con fermezza i problemi quando realmente ci sono. Sicuramente mia figlia sarà gelosa e chissà che atteggiamenti avrà, siamo ancora in lotta col passaggio pannolino-water, forse ha vissuto troppo tutto insieme, l’inserimento alla materna e la notizia che non sarà più figlia unica, ma se sarete tranquille e convinte della scelta che avete fatto di fare il secondo figlio, credo che questa sicurezza la avverta anche vostro figlio/a e sentirà che è una cosa normale.
    Io dico a mia figlia che avrà una sorellina come ad esempio un suo compagno dell’asilo ha un fratellino e lei sorride. Meno male, dico io, a volte bisogna anche inventarsi delle strategie!!
    Comunque, a me è piaciuta tantissimo la guida “La gelosia tra fratelli” scritta da Raffaella Scalisi, veramente una mini bibbia che mi ha illuminato su aspetti che non avevo tenuto in considerazione.
    E poi un libro da sfogliare con vostro figlio/a nell’attesa che arrivi il secondo si intitola “Il pancione della mamma. Tu dentro e io davanti” che raffigura la pancia della mamma che cresce e sulla pancia c’è una finestrella che apri e c’è disegnato un bimbo piccolo piccolo. Mia figlia apre le finestrella e mi dice “guarda! la sorellina!”.
    Inoltre dico a mia figlia come mangerà la sorellina, prendo una sua bambola e la avvicino al seno, poi le dico che le cambierò spesso il pannolino e lei mi dice “lo faccio io” e mi fa vedere come fa con un suo pannolino.
    Tutto fa per abituarli con dolcezza e serenità all’arrivo di un altro bimbo/a.
    Io ce la metto tutta!!! Sono convinta che ce la potete fare anche voi.
    Un abbraccio affettuoso a tutte!!!
    Yaya

  34. Per gaia: se ti può consolare penso che i tuoi pensieri siano quelli di moltissime mamme che stanno per avere o stanno pensando di provare ad avere un secondo figlio.
    Io ti capisco. E sono solo entrata nell’idea che forse potrei fare il secondo. E mi assalgono mille dubbi. E pensieri come i tuoi. Ma poi mi fermo e mi chiedo: come possiamo pensare certe cose? Neanche un trip delle peggiore sostanze stupefacenti giustificano dei ragionamenti così sbilenchi. Stiamo parlando di un figlio, un compagno di vita per le nostre prime creature. Che imparano a condividere, a lottare, a litigare e fare pace, capiscono che la mamma non è solo loro, che non sono solo loro al mondo. Doloroso…ma vero. E poi non scordiamoci una cosa: un figlio è un Dono.
    :wub:

  35. … mi sa che sono l’unica che non riesce a dissolvere l’ansia… razionalmente capisco tutto ed arrivo perfino a credere che l’amore possa moltiplicarsi e che – tra una decina di settimane – io possa amare un altro – se non proprio come almeno approssimativamente in modo analogo a quello in cui – amo il perfetto principe azzurro che da ventuno mesi riempie di gioia la mia vita… ma il dolore e lo scombussolamento che inevitabilmente provocherà la nascita del fratellino nella sua testolina non mi lasciano respirare e non lasciano neanche un po’ di spazio per la gioia che quest’attesa dovrebbe darmi… c’è solo senso di colpa ed ansie variegate e più o meno giustificate… il mio piccolo se la prenderà con me per il nuovo arrivo? riuscirò a dormire qualche ora o solo a fare una passeggiata con tutti e due? sarà un bene per il primo cominciare l’asilo?saprò educarli a volersi bene? cambieranno le cose con mio marito e gli equilibri faticosamente riacciuffati dopo la prima nascita reggeranno a quest’altro scossone? l’immagine della tavola imbandita e della famiglia numerosa che abbiamo sempre voluto un po’ mi consolano… ma non riescono ad impedirmi di guardare l’amore della mia vita come un condannato che con il suoi ciuccio sbilenco e le sue prime paroline sbocconcellate tra le labbra si avvia inconsapevole verso un patibolo che la sua mamma e il suo papà hanno allestito a sua insaputa… perfidi traditori….
    PS… probabilmente gli ormoni mi rendono un tantino melodrammatica… scusate tutte!!!!

  36. Chiediamo un consiglio sul secondo figlio. Siamo genitori di una bimba di 19 mesi, e ci piacerebbe fare il secondo. Siamo degli sprovveduti, secondo voi, visto che non siamo più giovanissimi e non potremmo avere sostegni da nessuno. Vi ringraziamo e auguri a tutte le mamme.

  37. Ciao a tutte, ho 35 anni ed ho una splendida bimba di 2 anni e mezzo, la scorsa settimana dopo qualche gg di ritardo ho fatto il test ed era positivo, sabato scorso beta a 14800! Nn ne cercavamo un altro, nn adesso x tanti motivi quindi ho accolto la notizia con un pò di panico;) sono preoccupata per la mia cucciola, per come reagirà, x la paura di nn essere in grado di gestirne due ed altri mille dubbi comuni, come leggo, a quasi tutte le mamme. ora sto iniziando a godermi l’idea di un nuovo cucciolo da accudire e crescere ma nn riesco a gioire totalmente come era successo con la prima, e questo mi fa sentire in colpa.. Ce la farò vero?? Ed inizierò ad amare pienamente questa nuova creatura? Ci sono momenti in cui mi sento una mamma orribile in questi giorni…

  38. Alessia dice:

    Ragazze.. Silvia ed Elisa: e’ la prima volta che approdo qui e subito mi sono emozionata.. E’ come se mi aveste letto dentro al cuore. Penso al secondo figlio da qualche giorno , il mio primo ha ora 16 mesi e , quando sono ottimista mi fido ciecamente delle parole nel post di Silvia , ma da pessimista razionalona la penso ( spesso come Elisa.
    E’ un dilemma.. Ma e’ cmq un bellissimo dilemma e ringrazio il cielo ogni secondo per avere la spensieratezza e la gioia di potermi interrogare sul secondo figlio.
    Grazie , e’ un bel blog, a presto.
    Alessia , mamma di Diego

  39. DANIELA dice:

    Chiara cio’ che hai scritto è semplicemente meraviglioso! l’immagine della tavola mi ha accompagnato spesso nelle mie riflessioni sul secondo figlio e in quella tavola in cui siamo ancora in tre vedo la mancanza di una presenza che cerchiamo ormai da tanto tempo. Auguroni per il tuo sogno che diventa realta’.

  40. Chiara, mi segui da anni e ormai mi sembra di conoscerti un po’.
    Posso abbracciarti? Mi sono commossa.

  41. I dubbi non finiscono davvero mai: una volta superati i timori per il secondo figlio, avendo sperimentato che davvero l’amore si duplica e che quella era la scelta giusta, io e mio marito abbiamo deciso di avere il terzo figlio. Così sono incinta di 14 settimane, ma non nascondo che i dubbi mi sono stati insinuati nei sonni delle prime notti dagli altri. Da colleghi e conoscenti, da mia sorella, da coloro che quando scoprivano della mia gravidanza, mi chiedevano le ragioni di una scelta così “sprovveduta”, in un momento di crisi economica così accentuata… “Perchè?!!” e “Ma tu sei matta!” sono state tra le frasi più frequenti che mi hanno spaventata e fatto male: se la prima gravidanza è accolta con tenerezza, se la seconda diciamo che viene consentita a tutte, con la terza dai davvero l’impressione di volere esagerare. Così per settimane non rivelavo più la mia nuova situazione, la vivevo da sola, con le sole persone che conoscevano il processo che ci aveva portato a scegliere di avere un altro bambino. Non era un capriccio, non era una cosa capitata, non siamo degli sprovveduti, siamo due genitori che credono che una famiglia con tre figli sia faticosa, ma anche fonte di ricchezza ed energia. Abbiamo sperimentato che stare in tanti seduti alla stessa tavola è impegnativo, divertente e insostituibile.
    Ho imparato che a volte bisogna avere il coraggio di avere sogni che vanno contro corrente e risultano inconsueti: non vanno abbandonati. Il mio si sta completando adesso.

  42. Mamma on the Run dice:

    @Daniela: diciamo che mi sono buttata…. sono felice ma ho anche paura…
    Tengo tutto incrociato per te!!!!!

  43. Mamma on the Run: AUGURONI!!!! sono cosi’ felice che tu abbia risolto i tuoi dubbi e….. fammi saper come sta andando! io sto’ aspettando qualche giorno per fare il test, incrocia le dita per me!!

  44. ho pianto. sì, ho pianto leggendo i dubbi che molte mamme hanno espresso sulla decisione del secondo figlio. o meglio sul timore di togliere Amore al primo. Stesso mio pensiero, stessa mia paura. Adoro mia figlia. io sto bene così, ma mi chiedo se non è il caso di darle un fratellino o una sorellina. poi la paura: mi assale la paura di toglierle Amore, non sarà più incondizionato, tutto per lei e qusto mi spezza il cuore. poi ho letto di tante di voi, che dite che l’amore si moltiplica. mi rimane la paura, lei è tutto per me. ma forse proprio perchè lei è tutto merita di avere un fratellino o una sorellina. grazie, a tutte. e grazie a questo bel sito. e spero veramente che la mia paura scappi via e che l’Amore si molpiplichi.

  45. Anna, grazie per essere passata a raccontarci di te.
    In bocca al lupo per questo nuovo percorso e un bacino a Luca.

  46. E se qualcuno lassù decidera che il mio amore è pronto per moltiplicarsi, bene, mi darà la chance di essere bismamma come tanto desidero

    Mi autocito: commento #19
    Quel qualcuno la chance me l’ha data e oggi in famiglia siamo in quattro. Luca è nato 12 giorni fa e ora cerchiamo il nostro nuovo equilibrio famigliare.

    A tutte quelle che lo desiderano dico solo di lanciarsi, che le difficoltà poi si superano e la fatica è ripagata.

    Un abbraccio a tutte
    Anna

  47. Mamma on the Run dice:

    grazie mille!!!!!

  48. In bocca al lupo!
    Un abbraccio.

  49. Mamma on the Run dice:

    Alla fine in vacanza abbiamo provato a buttarci… Se non l’avessi fatto mi sarebbe rimasto per sempre il rimpianto… ed è andata!!!! (sperando che tutto vada bene). A parte cho ho già le nausee, sono frastornata ed ho una paura folle di come cambierà la nostra vita, dato che abbiamo pochi aiuti, e di come farò a gestirne 2 e di non togliere niente a nessuno ma sono felice perché sento che ho fatto la cosa giusta *_*
    Speriamo bene!

  50. Jo un abbraccio profondo. Anche mio padre ha visto spegenrsi pian piano suo fratello, mio zio, e alla fine tutti eravamo li, lo scorso ottobre. Un fratello/sorella è davvero il dono piu’ grande che si possa fare ai nostri figli e spero davvero di riuscirci.

  51. sono mamma di una bimba di 11mesi e da due mesi stiamo cercando di regalarle il dono più prezioso che una mamma può decidere di donare al proprio cucciolo..un compagno di vita…
    questi ultimi 11mesi sono stati davvero sconvolgenti..l’arrivo della mia piccolina è stato inizialmente (almeno per i primi 2/3 mesi abbondanti) veramente faticoso.. la mia famiglia abita a 300 km di distanza e i genitori di mio marito sono alle prese con una depressione maniacale (bipolarismo) di mia suocera che dura ormai da 7 anni..quando siamo riusciti finalmente a trovare il nostro equilibrio a tre..mio fratello si è ammalato…ho iniziato a viaggiare con la mia piccolina su e giù romagna-lombardia..il tumore che lo ha colpito lo ha deabilitato giorno dopo giorno…ci siamo fatti forza e ci siamo uniti per superare questo momento terribile…io, i miei genitori, e le mie sorelle (tre) ci siamo date il cambio per non lasciarlo mai solo…5 mesi..una sofferenza incredibile…è venuto a mancare il 16 febbraio 2011 alle 9.10 a brescia..noi eravamo tutti con lui…in 8 in un bilocale per max 3 persone messoci a disposizione dall’AIL (ASSOCIAZIONE ITALIANA LINFOMI E LEUCEMIE)…ci siamo uniti nel dolore..abbiamo aspettato 5gg che lui si spegnesse piano piano (è stato intubato e messo in coma farmacologico per non soffrire..)…non smetterò mai di ringraziare mia madre per aver avuto il coraggio di mettere al mondo 5 figli con ristrettezze economiche che non stò a raccontarvi…non nutro alcun dubbio sul mio desiderio di regalare un fratellino/sorellina alla mia bimba (mi piacerebbe averne 3 almeno)..sò benissimo che le difficoltà saranno tante..ma tutto si affronterà al momento…non c’è nulla di minimamente paragonabile all’amore incondizionato tra fratelli/sorelle..ed è proprio l’amore che si prova per il proprio cucciolo che dovrebbe far trovare il coraggio per affrontare una nuova gravidanza..un nuovo parto..e altri 3 mesi di pianti ininterrotti…
    un abbraccio a tutte le mamme
    jo

  52. Mamma On The Run: prometto che te lo faro’ sapere!!spero di ritrovarti qui sul blog, Un abbraccio e GRAZIE!!

  53. Mamma On The Run dice:

    Daniela fammi sapere quando arriverà un nuovo fagiolino. Te lo auguro al più presto!!

  54. Mamma On The Run dice:

    @Daniela :°-(((( prima dei miei posts sopra avevo letto i tuoi interventi… Che dispiacere sentire del tragico evento!!!! Un abbraccio a te, coraggio…. :°(

  55. Cara Mamma On The Run, quanto mi ritrovo nel tuo post, ero cosi’ anche io un anno fa circa, notti insonni su quale fosse la scelta giustal la vita giusta, grazie al blog e al dialogo con mio marito semplicemente un giorno mi è scattato qualcosa dentro che mi ha fatto capire senza piu’ nessun dubbio o nessuna domanda che non trovasse pero’ risposta che il secondo figlio non potesse che esser la scelta giusta. Non avrei potuto continuare a vivere senza, mi sarei per sempre sentita incompleta, avrei sempre sentito che qualcosa nella nostra famiglia mancava, che qualcuno sarebbe mancato a nostro figlio per il resto della sua vita. Passano i mesi e dopo dieci resto incinta, comincia un viaggio che mi fa toccare il cielo con un dito, in cui mio figlio non fa che baciare la mia pancia e chiedere quando arrivera’ il “suo piccolo”. Il viaggio si interrompe bruscamente il 20maggio, il nostro bimbo, un altro maschietto, è gravemente malformato. Ora comincia un altro viaggio in cui elaborando il dolore sogno alla nuova gravidanza che sara’ protetta dal mio angioletto che ora non c’è piu’. Prenditi il tuo tempo per riflettere e parlare con tuo marito, sono certa che se ti sei posta delle domande e sei giunta qui troverai dentro di te le risposte e allora saprai cosa fare. Un abbarccio

  56. Mamma On The Run dice:

    aggiungo che mi sento anche che mi sento molto come Michela (al post n.66)!!!

  57. Mamma On The Run dice:

    ciao a tutte 🙂
    anch’io sono arrivata qui digitando “secondo figlio” su google e leggere tutte le cose sopra, vedere che non sono l’unica ad avere paure e incertezze mi ha data molta forza tanto che mi ero quasi convinta a riaprire il cantiere 😉 Leggervi mi ha dato la consapevolezza e soprattutto la speranza (anche se ora mi sembra impossibile!!!) che amerei una seconda creatura così come ora amo la mia piccola di 3 anni.
    Poi però mi è subentrata la paura di non riuscire a dare a entrambi i figli le attenzioni che vorrei dare, con lo studio, nella vita, ecc dato anche che lavoro… Cioè materialmente penso che in qualche modo me la caverò ma riuscirò a seguire bene due figli, spiritualmente?? E anche materialmente…. come faccio se dovrò ad esempio seguire la grande coi compiti e portare il piccolo in piscina? Non vorrei sacrificare nessuno dei due!!!! Come si fa??? (I nostri nonni non abitano nella nostra città per cui non posso contare più di tanto…..)
    Io queste problematiche non le conosco perchè sono figlia unica…. Ho sempre desiderato avere un fratello/sorella però da quando vivo con mio marito e ho una mia famiglia e un mio bel lavoro che mi dà soddisfazioni ho realizzato che sono stata sempre seguita bene dai miei genitori e che insomma non è stato poi così male essere l’unica…. Non ho neanche mai sofferto di noia e solitudine perchè vivevamo in un condominio in cui c’erano tante bimbe mie coetanee… Cosa che però non si ripete con mia figlia, visto che abbiamo un solo bimbo vicino ed essendo di sesso diverso non credo che mai legheranno… Inoltre non abbiamo cuginetti, nè frequentiamo spesso amici con figli coetanei…..
    Insomma, sento che se non metterò al mondo un altro figlio avrò sempre un senso di incompletezza e paura di nuocere a mia figlia (che però ora mi sembra tranquillissima e felice così!!) ma ho anche tanta paura di “dare meno” come mamma, se faccio un altro figlio….
    Spero tanto che mi scatti qualcosa come fu a suo tempo per la primogenita…

  58. Test di gravidanza positivo. Se tutto va come deve andare nascerà quando Bambolina cmpirà 3 anni. Dio come la amo!! Il pensiero di amare il fagiolino che è dentro di me come amo lei mi fa diventare impaziente di vederlo!!!
    Anche se sono solo alla 5° settimana di gestazione, vivo più consapevolmente e serenamente la gravidanza, so già cosa succederà al mio corpo e questo mi da forza.
    Non siate indecise, regalatevi un’altra meravigliosa avventura!!
    Un abbraccio a tutte 🙂

  59. Francesca dice:

    Dedico la mia esperienza a tutte le indecise.
    la mia prima bimba l’abbiamo concepita il mese dopo l’ennesima visita medica per l’endometriosi nella quale un professorone ci aveva sentenziato senza mezzi termini che avremmo potuto concepire molto difficilemente senza un intervento…e invece!
    Volevamo avere un secondo figlio per questo motivo molto presto, ma la stanchezza e l’allattamento mi facevano tergiversare. Però “lui” voleva arrivare per forza e così, con UN solo rapporto non protetto, quando la prima aveva solo 10 mesi abbiamo concepito il secondo.
    E’ stata un pò faticosa la gravidanza e il periodo in cui la prima ha compiuto i due anni (ma penso che sarebbero stati comunque dei terrible twos!). Certo, è una STANCHEZZA enorme crescerne due così vicini e un aiuto ci vuole, ma la soddisfazione di vederli ora insieme, che giocano, che si cercano, mi fa capire che ho dato alla mia bimba una forza e una ricchezza che la ripagherà per la vita di quelle piccole attenzioni che non ha potuto avere come “figlia unica”.

  60. Roberta dice:

    Cara Laura,

    sono giunta a questo blog per caso digitando su google 2° Figlio.
    Come tante ho già una pupa di 16 mesi e in me sta nascendo il desiderio di un secondo ma sono piena di dubbi. Ho letto praticamente tutti i 72 post scritti su questo argomento, ma il tuo mi ha davvero toccato e commosso.

    Se mai avrò un secondo figlio.. sarà anche grazie a te..
    un bacio e coraggio!

    Roberta

  61. Ho 33 anni,un compagno che adoro e un cucciolo di undici mesi al quale vorremmo dare un fratellino/sorellina.Sono un eterna indecisa.Mi piacerebbe tanto che fossero quasi coetanei,ma ho anche tanti dubbi su cosa sia meglio per il primo nanetto!Non mi spaventa il doppio “lavoro”,nè di non amare il secondo come il primo…con due bimbi così piccoli si riesce a seguire entrambi? la gelosia (mi rendo conto che poi questo dipende anche dai genitori) è meno forte se sono così vicini come età?!mi farebbe tanto piacere che una mamma già collaudata su questo “fronte” sciogliesse quache dubbio..anticipatamente GRAZIE!

  62. Laura…..un abbraccio profondo.

  63. Cara Silvia,ho ripescato questo post e mi permetto di scrivere qui cosìcchè leggano tutte coloro che hanno dubbi in merito a un secondo figlio… Io ho un meraviglioso cucciolo di 2 anni e mezzo e da sempre ho creduto e desiderato averne uno solo. Poi però diventare mamma ti cambia tutto, ti stravolge e ti ritrovi con una profondità diversa e forse con un altro modo di accogliere la vita. In pratica stavo quasi cambiando idea, ma la stavo cambiando con i miei tempi biblici di riflessione dunque avrei ancora avuto tempo di assestamento mentale…..ho 35 anni, quest’anno 36, e sono entrata in menopausa. Scende sempre quella maledetta lacrima quando lo scrivo perchè non so nemmeno da che parte girarmi per non sentire la sofferenza femminile che spinge da tutti i lati. Ora devo ancora affrontare discorsi medici quali dosaggi di pillole etc. etc. però nel frattempo la vivo malissimo. Quando me l’hanno detto mi è parso stessi cadendo da un aereo senza paracadute. Dunque ora sarei ancora giovane ma il mio meccanismo ormonale no. Come mi vivrò tutto questo proprio non so però posso solo dire a tutte coloro che sono indecise, che hanno mille e più dubbi, del tutto naturali, nell’affrontare un’altra gravidanza, di andare oltre e procreare……il tempo non aspetta tempo, diceva qualcuno, e se già sapete, perchè tutte coloro che leggono questo blog lo sanno, quanto è immenso l’amore per i figli, metteteteci coraggio e impegno e proseguite, la forza dell’amore di una madre non cesserà mai. E’ uno stimolo sempre positivo che arriva in soccorso di fronte alle dfficoltà della vita!e poi avete presente QUELLO SGUARDO della prima volta che ci si guarda negli occhi dopo il parto….dai che meraviglia,ognuna ha quel suo personale ricordo nel cuore ma quanto è bello sapere che è una cosa universale che si ripete da sempre! Un abbraccio di sorellanza. Laura

  64. Cara Michela, quanto mi ha colpito la tua lettera e non ti vergognare,queste cose le abbiamo pensate anche noi, eccome!Luca per noi è perfetto e bello, potessi scegliere vorrei un clone suo come secondo figlio!sai quante volte ci siamo detti “bè lui è cosi’ bello che uno piu’ bello è impossibile, sara’ per forza piu’ brutto!”,anche noi non conosciamo coliche, continue notti insonni,i due anni sono stati un po’ tremendi ma nulla di tragico da rinunciare a un altro figlio solo rimandarlo perchè troppo impegnativo per stargli dietro con il pancione o con un neonato che piange e ha bisogno di te, sapevamo era una fase, è passata, ce lo siamo goduti come volevamo perchè lui è il primo,ci ha fatto diventare genitori,per noi luca sara’ sempre il nostro principe!è sempre allegro,simpatico,ci coccola dicendoci “quanto ti voglio bene!”,si sveglia sempre con il sorriso,fa i capricci,quelli si e ascolta poco(è un testone!)ma semplicemente lo adoriamo,per noi ripeto è perfetto e un altro come potra’ essere altrettanto perfetto?Notti insonni perchè due bimbi li volevamo ma il dire è una cosa, il provare concretamente un’altra!mio marito che dapprima aveva dubbi sul trovare nel suo cuore posto anche per un altro che non sia Luca trova la sua pace da solo, cerca di tranquilizzare me che pero’ sono giorno e notte un fiume di domande nella testa e nel cuore da cui non so’ uscire. Arrivo qui sul blog per caso,leggo di Silvia e di tutte le altre mamme,non ti dico i lacrimoni da non riuscire a leggere e qulacosa mi scatta dentro.
    Non ho soluzioni o consigli da darti perchè ognuna è diversa e nessuno puo’ dirti cosa fare o meno,ma a me qualcosa si è mosso dentro che mi ha detto “ma cosa aspetti? e vuoi rinunciare a tutto cio?vuoi vivere con il rimorso per sempre?davvero non vuoi dar un fratello/sorella al tuo Luca per la vita?ma come posso non amare alla follia un altro nostro bimbo??”e ho iniziato ad amarlo prima ancora di restare incinta.
    so che sara’ piu’ brutto,pieno di coliche,di pianti ecc ma gia’ lo o la adoro con tutta me stessa.

  65. Mamma Imperfetta dice:

    E noi ti aspettiamo, Daniela! Ormai sei una colonna portante di questo blog.
    Un bacione e buon viaggio!

  66. Finalmente Eccomi! scrivevo qui alcuni mesi fa nella ricerca di un secondo bimbo che pareva non volesse mai arrivare, forse complice la primavera ce l’abbiamo fatta! lo so’ sono ancora all’inizio ma ora pensieri “negativi”non mi sfiorano minimamente, intanto Luca che non tutte le notti ma un paio a settimana si svegliava e voleva la mia manina per riaddormentarsi ha smesso e si dorme tutta la notte filata, sembra l’abbia fatto apposta per lasciarmi l’ultimo periodo prima delle poppate e del pancione che non mi faceva dormire in nessuna posizione. Ha sempre dormito notti serene, nella sua stanza,nel suo letto, a parte quando non sta bene, forse qualche sogno si svegliava e chiamava, bè una notte non sono andata,ha richiamato,gli ho detto dalla mia stanza “fai la nanna” e non lo abbiamo piu’ sentito!! misteri!! ora quello che penso è che per forza il secondo non ci fara’ dormire ecc..ma sono talmente felice,emozionata e di tutto e di piu’ che sara’ quel che sara’ pur di aver un altro piccino sano e pur di dare un fratello o sorella al nostro Luca. Grazie al blog, grazie ai post delle mamme, so’ che andra’ tutto bene e che comunque qui trovero’ tutto il supporto che mi dovesse servire! un bacione a tutte!

  67. michela dice:

    Ciao a tutte, non ho mai scritto in un blog ma forse è arrivato anche il mio momento.
    Ho digitato letteralmente “come fare ad amare il secondo figlio” e sono capitata con voi. Ho letto tutto e sono qui a chiedere aiuto perchè il mio dubbio non è proprio sul fatto che l’amore si moltiplichi… è qualcosa di più egoistico ed irrispettoso verso tutte le persone che hanno veri problemi e del quale mi vergogno molto . . . ma purtroppo ci penso spesso e sempre più frequentemente da quanto mi dico che sarebbe arrivato il momento di avere un altro bambino dato che sono alla soglia dei 39 anni. Vorrei anche premettere che sono figlia unica e che mi sono sempre detta che non avrei voluto avere solo un bimbo..mi immaginavo che tre fosse il numero giusto.
    Il fatto è che Andrea è qualcosa che sono sicura non potrà mai più ripetersi nella mia vita. Ha 2 anni e mezzo ed è sempre stato semplicemente meraviglioso. Non ha praticamente mai pianto, dormiva 6 ore di fila appena nato, mai avuto una colica, mai problemi di nessun tipo con il cibo o con il letto, sempre sorridente, bello, bravo, intelligente e anche simpatico perchè è un gran chiacchierone e canta e tutti si stupiscono quando lo vedono e lo conoscono. Mi ascolta sempre quando lo chiamo o devo dirgli qualcosa, come fosse più grande, e mi trasmette il suo affetto con abbracci e carezze e dicendomi che mi vuole bene come nessuno a mai fatto. Mi dico spesso che è il premio per la tristezza della mia vita passata ed anche per i miei problemi attuali ed è un amore infinito. Da quando è nato e mano a mano che cresceva mi sono sempre detta che sarebbe stato impossibile avere un secondo figlio come lui e ne sono sempre più convinta perchè mi stupisce ogni giorno con cose che non mi aspetto. La mia paura del secondo figlio non è pertanto come la vostra di togliere amore e tempo al mio cucciolo ma bensì di paragonarlo ad Andrea e di non trovarlo come lui (che è ovviamente una certezza dato che tutti siamo diversi) e di non riuscire ad accettare questa sua diversità …perchè nessuno potrà essere come lui…non può capitarmi un’altra volta tutta questa fortuna.
    Potrei reggere a notti di pianto, coliche, capricci o tante cose che non ho mai provato prima d’ora? e voler bene a questo bambino che mi da tanti problemi quando Andrea non me ne ha mai dati? potrei rimpiangere la fine della mia nuova acquisita vita perfetta? e mio marito? forse mi direbbe “non stavamo meglio prima con un figlio solo”? Anche lui è dibattuto sul fatto di averne un altro proprio perchè gli sembra impossibile di poter amare qualcun’altro come ama Andrea.
    Quante domande è? Mi vergogno di quello che penso ma è inutile fare finta di essere più brava di quello che sono. So benissimo che ci sono altri problemi, che ci sono persone che aspettano la gioia di un bambino da anni senza riuscirci … e io mi permetto queste paturnie.
    L’unica mia possibilità è condividere con qualcuno e sperare in qualche consiglio o lavata di testa o quello che volete voi.
    Grazie.
    Michela

  68. Mamma Imperfetta dice:

    Nulla. Non devi fare nulla. Sono domande e sentimenti assolutamente normali. Come leggi in questo post e nei commenti è tutto nella fisiologia della trasformazione.
    Io piangevo quando pensavo che Matteo, ancora così piccolo, avrebbe avuto un “intruso” in casa che gli avrebbe sottratto, in una fase delicata come quella dei due anni, un po’ di tempo e attenzione.
    Non è stato facile, non lo nego, nè per noi nè per lui. Ma adesso, quando li guardo giocare insieme, so di aver fatto la scelta giusta. E quando questo piccolino arriverà e vi guarderete per la prima volta, lo saprai anche tu.
    Non sarà solo un compagno di giochi per Dadino, sarà il tuo piccolo nuovo amore.
    Un abbraccio.

  69. serena dice:

    ciao a tutte sono arrivata su questo post per aver digitato “amare secondo figlio” su google…ma questa mia domanda ne racchiude altre 1000che sono poi quelle che si pone ELISA ed anche molte altre qui dentro….
    ho fatto un test, positivo!
    ho un bambino di 3 anni e mezzo e nonostante avessi sempre pensato ad avere piu figli ora che la cosa si è verificata sono in crisi…e mi assalgono domande, ansie e sensi di colpa a go go
    primo tra tutti la paura che qualcuno arrivi fresco fresco ad irrompere nel mio rapporto con Dadino il mio primogenito, amatissimo da me quasi venerato…l’idea che lui possa soffrire, che possa sentirsi tradito da me, trascurato, che non avremo piu dei momenti solo per noi mi fa impazzire!
    però penso che un domani potrà avere un compagno di giochi, di futuro …e la cosa mi fa piacere ma non mi tranquillizza….
    amo talmente tanto mio figlio che non voglio togliergli nemmeno un secondo per dedicarlo ad un altro…e questo mi fa sentire anche in colpa…
    cosa devo fare?

  70. Lanciati, te lo auguro di tutto cuore, se lo senti dentro per la tua piccola un fratello o sorella puo’ solo che essere il piu’ bel dono per tutta la vita.
    Un bacione.

  71. Ciao, sono mamma di una Bambolina di 2 anni. Dopo aver letto i commenti non c’è dubbio: vorrei dare una sorellina o un fratellino a Bambolina. Ma purtroppo non vivo nel mondo della famiglia del mulino bianco… Bambolina a una paralisi ostetrica, ci hanno maltrattato in sala parto e hanno rotto i nervi di un braccio a mia figlia. 10 ore di sala operatoria a 3 mesi e tante, tante, tante, tante terapie, ovviamente a pagamento (il discorso Inps/Asl lo lascio perdere se no scatta la violenza).
    Insomma, la situazione di Bambolina è così impegnata dall’avermi “costretto” a stare a casa da lavoro per curarla con tutti i disagi economici che potete immaginare e senza aiuti perchè i miei genitori sono a 250 km e i miei suoceri non sono in salute.
    Eppure sento dentro di me la voglia di poter vivere quella felicità di avere un figlio che mi hanno stronto con Bambolina quando le ho visto quel braccio immobile e “molle”, senza vita. Dio solo sa cos’ho sofferto in questi 2 anni. Ringrazio dottori e ostetriche per non aver rovinato del tutto mia figlia con la ventosa, grazie al cielo il cervello è sano 🙂
    Dunque, è meglio dedicare la mia vita nel curare il braccio di Bambolina?
    O posso lanciarmi in una nuova avventura con un secondo figlio?
    Un abbraccio
    Yaya

  72. Ora aspetto la fine di questo mese per vedere se avro’ il ciclo o meno(al momento nessun segnale di gravidanza quindi molto sconforto!) e se anche questo mese nulla allora seguiro’ il tuo consiglio sul kit clearblue!! Davvero i miei piu’ cari auguroni per la nuova vita che porti dentro.

  73. Grazie Daniela!
    in bocca al lupo per i tuoi tentativi. Io ho usato il kit clearblue per calcolare l’ovulazione…ed ha funzionato! http://www.clearblue.com/it/test-di-ovulazione-digitale.php
    Bacio

  74. Laura, beata te e soprattutto AUGURONI!!!
    Qui invece tutto tace (cerchiamo il secondo) e inizio a essere un po’ depressa! Bacioni

  75. francesca dice:

    … è certo: l’amore si moltiplica a dismisura …
    …. quando nascerà il secondo, il terzo, il quarto, ecc. ne avrete la certezza….
    ….per ora fidatevi delle nostre esperienze, mamme!

  76. Vi leggo con qualche mese di ritardo e con le lacrime agli occhi. Stesse identiche sensazioni con una bimba di 3 anni e mezzo e un inquilino nella mia pancia da 16 settimane.
    Grazie del conforto, sono rassicurazioni che si intuiscono, ma è così bello avere la prova che anche altre mamme vivono le stesse paure. La solidarietà femminile ha davvero un potere enorme. 🙂

  77. Valeria, grazie a te.

    Grazie anche a Daniela che mi sta dando una mano. 🙂

    Silvia, coraggio. Si vede che non era il momento. E’ successo due mesi fa anche ad una mia amica e indovina un po’? E’ di nuovo incinta e pare procedere tutto bene. 🙂 Un abbraccio.

    Sara, 25 mesi come i miei. 🙂 Però il mio grande è stato gelosissimo. Ora si sono invertite le gelosie. E’ il piccolo a protestare. 😉

  78. I figli sono la cosa più bella che si possa avere.
    Io ho due figlie che hanno 25 mesi di distanza l’una dall’altra. Una sorellina credo sia il regalo più bello che abbia mai potuto fare a Matilda (la prima). Non so se sono stata brava o fortunata ma lei non è mai stata gelosa della nuova arrivata, e anche se x prendermi in giro mio marito mi dice che la grande sia la mia preferita, ti assicuro che non è vero.
    Ti assicuro che troverai mille motivi x amare anche il secondo (o il terzo) nello stesso modo.
    Io vengo da una famiglia d 4 fratelli e non ho mai creduto d essere amata d più o meno.
    Io faccio il tifo per le famiglie numerose (se ce la si puó permettere)

  79. Silvia….. io non so’ cosa dire ma sento di scrivere comunque, io credo molto nel destino, tante cose nella mia vita si sono avverate per destino, forse non era ancora il vostro momento, forse il vostro piccolo è ancora piccolo e ha bisogno di voi due in toto, forse era cosi’ che doveva andare perchè come hai scritto nulla mancava alla vostra vita, un abbraccio e sappi che ti sono vicina.

  80. E’ durata una settimana.
    Il test positivo, la miriade di emozioni, lo sconcerto, la sorpresa e poi la felicità…e ieri altrettanto improvvisamente La Perdita…
    Oggi sono qui a ripetermi che in fondo nulla è cambiato rispetto a una settimana fa: si tornerà a lavorare, si potranno riaffrontare le spese che avevamo accantonato, si ripianificheranno le ferie, e sempre il sorriso e i pianti e i musetti e i baci del nostro primogenito ci riempiranno la vita, come da 16 mesi a questa parte…
    …eppure questa piccola-grande perdita sta lasciando un grande vuoto, una sensazione di grande mancanza, anche se continuo a ripetermi che sostanzialmente tutto tornerà come prima, quando mi sembrava che non mancasse niente dalla nostra vita…

  81. ciao Valeria, concordo, è un sito speciale!!i tuoi dubbi superficiali? scherzi!? ci ho passato notti insonni e mi sembravano insormontabili, da non saper risolvere, vicolo cieco!!ora certo un po’ li ho ancora in particolare per le eventuali notti insonni alle quali non siamo abituati o se riusciremo davvero a gestir due eventuali terremoti, sono riuscita per fortuna a darmi tante risposte e a farmene dare da questo blog che mi è stato di fondamentale aiuto, sono poi riuscita a guardare oltre perchè in una prima fase vedevo solo gli aspetti negativi!!ho visto il mio piccino piu’ grande, il secondo a tavola con noi,li ho immaginati litigare e io urlare e li ho immaginati complici in qualche marachella!poi son 6mesi che proviamo e tutto tace ma credo nel destino e dovra’ arrivare quando sono davvero pronta! cioè ora!!!io spero tanto nell’anno nuovo e mi auguro questa primavera di ritrovarti qui a raccontarci come sta andando, ce lo auguro di cuore!! baci

  82. valeria dice:

    Grazie a tutte per avermi risposto e non aver giudicato i miei dubbi come superficiali di fronte ad una nuova vita…è solo che a me ha sempre spaventato la solitudine e pensarmi ‘sola’ alle prese con un piccino ed un neonato…aiuto!!! Ma è vero, i bimbi crescono, diventando a poco a poco sempre più indipendenti e poi c’è l’asilo, che comunque ti da una mano…credo che, riflettendoci ancora un pò su, ci proveremo verso primavera prossima, in modo tale che il mio piccino avrà due anni e mezzo quando nascerà l’altro…vi ringrazio tanto, è un sito davvero speciale ‘frequentato’ da persone speciali….!!! grazie!

  83. Valeria volevo aggiungere:su coliche e pianti notturni mi son posta domande anche io, mio figlio non ha mai avuto una colica, non ha mai pianto di notte, giuro!!regolarmente si sveglia intorno alle 2 o tre, vuole una manina e in pochi minuti dorme, pero’ sempre spezza il sonno, sempre ci si alza dal caldo delle coperte e sempre una bella notte di sonno filato capita di rado(e mio marito si sveglia alle 5)quindi coliche e notti di pianto non so’ cosa siano e questo mi spaventava e mi spaventa non poco!!mi son detta ce la faro’?? e la risposta è stata “ma santo cielo ce la fanno tutti non devo farcela io? e mica son piccoli per sempre!” e mio marito che ripeto si alza alle 5 è stato il primo a rassicurarmi!!di nuovo un bacione

  84. Mamma imperfetta: a chi lo dici??non sai quante lacrime mi hai fatto versare! per non parlare delle foto dei tuoi bimbi insieme!!!che hanno parlato piu’ di mille parole!!!

    Ciao Valeria, inutile dire che immagino tutti al discorso economico ci pensino, ma quello credo si supera, me le sono poste anche io domande “economiche” e ti diro’ tante, ma tra l’alternativa di non avere un altro bimbo e non farci mancare nulla e star piu’ attenti ma completare la famiglia con una nuova vita bhe’ come dice Silvia non c’è soldo che tenga e passerei il resto dei giorni ad avere una maglia in piu’, mio figlio un gioco in piu’ ecc… ma non felice davvero e guardar pancioni, passeggini sentendo che qualcosa manca! ne abbiamo sempre desiderati due ma non eravamo ancora davvero pronti e volevamo aspettar che il primo fosse un po’ “indipendente” nel senso del pannolino, del mangiar quasi solo, che iniziasse l’asilo cosi’ al mattino mi sarei potuta dedicar al secondo e tornata a lavoro i nonni avrebbero avuto al mattino solo uno di cui occuparsi, quindi avremmo dovuto provar intorno ai suoi due anni ma lo scorso anno eravamo nel pieno della fase “terrible two” in cui seppur adorabile era un terremoto molto piu’ di ora e non ce la siamo sentiti, poi col pancione non ce l’avrei fatta a stargli dietro e prenderlo per strada(no passeggino, no manina ma solo correrre!!)cosi’ è trascorso del tempo, è sempre un terremoto ipervivace ma a settembre iniziava l’asilo e aveva anche iniziato a dar la mano!!!abbiamo iniziato a provare, ancora nulla ma i primi mesi in attesa che notti e giorni che ho passato!!!che domande, che dubbi!!poi davvero grazie a Mamma Imperfetta tutte le nubi dissolte e ora siamo pronti e credo prima non sia arrivato perchè doveva arrivare con lo stesso desiderio e gioia del primo, certo non avere il supporto dei nonni o comunque un aiuto spaventa ma ti giuro che il primo e SPERO il secondo lo avremmo fatto comunque e comunque, di fronte a una vita, se la desideri, la cerchi, tutto si risolve, tutto prosegue come tanti che vedo, che conosco,con due medi stipendi ne hanno avuti due e sorridono, qualche soluzione c’è sempre, un in bocca al lupo e fammi sapere!!!

  85. Daniela, sono commossa. :’-S

  86. Ciao Valeria. Io ti capisco, anche perchè per noi i nonni sono fondamentali. E ti dirò mi spaventerebbe molto di più l’essere senza aiuti piuttosto che con entrate economiche modeste (che hanno la maggior parte delle famiglie italiane).
    Però so anche che quando la voglia del secondo arriva, prepotente, non c’è contro che tenga. Almeno per noi è stato così. Quando abbiamo cercato il secondo, Matteo aveva 16 mesi e mio marito faceva un dottorato all’università.
    E so che se anche non avessimo avuto aiuti io il secondo l’avrei cercato comunque.

  87. Valeria dice:

    Salve a tutte, ho letto quasi tutti i vostri commenti e sono rimasta colpita sia dalla sensibilità che tante di voi dimostrano sia dalla similarità dei sentimenti, paure ed emozioni che mi trovo anche io a provare in questo periodo.
    Infatti io e mio marito, ma più io date le mie paure, stiamo riflettendo sulla possibilità di dare un fratellino/sorellina al nostro piccolo meraviglioso bimbo di 18 mesi….lui è venuto inaspettatamente e non vi dico le paure e le ansie sia per la gravidanza, per il parto e per il dopo…mai mi sarei immginata di trovarmi a desiderare un altro figlio, e invece eccomi qua!!
    i miei dubbi sono sia di natura economica (abbiamo 2 stipendi ‘normali’) ma anche peril fatto che purtroppo io e mio marito siamo quasi comletamente soli, nel senso non abbiamo avuto, e sarebbe così pure per il secondo, alcun aiuto da parte dei nostri genitori ( per disarmonie familiari) e questo mi mette un pò paura, nel senso non so se riuscirò a trovare la forza, col solo aiuto di mio marito, per gestire, oltre al primo, un altro cucciolo che avrà coliche, non dormirà, farà a volte i capricci….non so se mi capite…non intendo dire che i miei figli devono essere cresciuti dai nonni, ma che sola è tutto tanto più difficile…allora meglio un solo figlio…aspetto un vostro saggio consiglio di mamme….grazie mille

  88. Silvia ti aspetto anche io se vorrai aggiornarmi!! il tuo post mi ha commosso e mi farebbe davvero piacere poi legger “ora pesa 400G” e poi “è nato/a!”
    Mamma imperfetta: grazie a te e te lo dico col cuore e sincerita’, se avremo un altro bimbo è anche e Molto grazie al tuo blog, scoperto per caso, in un giorno qualunque in cui “dovevo trovar delle risposte” che qui ho trovato e che mi hanno portato una pace interiore che non sapevo sarei riuscita a trovare!!!!

  89. Grazie Daniela.
    Silvia, certo che ti aspettiamo. 🙂

  90. E’ passato qualche giorno dalla sera in cui, in preda a quel turbinio di emozioni frastornanti, scrivevo sul blog e non dormivo…Sono stati solo pochi giorni, ma ora sembrano settimane, mesi, per la potenza con cui quella “lineetta rosa” ha cambiato, in un solo istante, il nostro modo di pensare, ribaltando le nostre menti che credevamo così sicure di loro stesse…
    Noi non pensavamo proprio ad un altro figlio, ne in futuro, ne tantomeno a così poca distanza dal primo, e guardavamo con meraviglia quella che ci sembrava la “pazzia” di certe coppie di amici che pochi mesi dopo il primo figlio, si ributtavano più e meno volontariamente in una nuova avventura!
    L’indice di maggior successo-spero-è stata la felicità che ci ha donato questa notizia, improvvisa, inattesa, soprendendo perfino il nostro fantomatico inconscio…
    Tornerò ogni tanto, se vi fa piacere, ad aggiornarvi sul proseguo della nostra storia e a vedere quante altre delle Vostre Vite stanno per o si sono già stravolte nuovamente come la nostra!!

  91. ciao Silvia, grazie al tuo blog ho capito che non ero sola con i miei dubbi e domande mentre era proprio cosi’ che mi sentivo!!!ma perchè tutte felici e sorridenti con i loro bimbi e io a tormentarmi, cosa non va?? poi arrivo qui e sono un fiume con mio marito” ma lo sai che ho letto questo e quello ecc ecc….” lui infatti era gia’ sereno ma non riusciva a rasserenare me perchè forse o certamente era da altre mamme che cercavo “conforto”,prima pensavo che gli avrei tolto qualcosa, ora quando vedo gli altri bimbi all’asilo con fratelli e sorelle che gli manchi qualcosa per completare la sua e la nostra di vita, spero di fargli presto questo regalo, ora non stiamo provando, dopo 6mesi di delusione ho bisogno di uno stacco ma sono fiduciosa per l’anno nuovo! Grazie Silvia.

  92. Silvia, la’more, come ho scritto, viene. Con modi e tempi diversi magari (ma magari no), però viene prepotente e inarginabile, come per il primo.

    Daniela, la nostra nuova favola è iniziata ormai da 4 anni…il piccolo ne ha infatti 4 e devo dire che rileggendo questo post , ho sorriso.
    Sono dubbi e domande normali, che appartengono, credo, a buona parte delle mamme e dei padri (forse più delle mamme), ma ti assicuro che saperli fratelli è per me una gioia incredibile, è una garanzia a vita.

  93. ciao Silvia, sono arrivata anche io qui con google “secondo figlio” e post delle mamme e di Mamma imperfetta hanno sissolto tutti i dubbi e tormenti che avevo sulla scelta del secondo bimbo, sempre voluto con mio marito ma quando è arrivato il momento di dirci “allora che si fa? si prova? Luca ha tre anni!” ho passato notti e giorni a farmi tante di quelle domande che temevo fossi l’unica a pormi vedendo cosi’ tante famiglie con due figli felici da dirmi “come hanno fatto a risolvere queste domande? le ho solo io???” e questo blog non sai quanto mi ha aiutato, la scelta è quella giusta indipendentemente dalla questione economica che certo ha un suo peso ed è giusto farsi “due conti”, sono come te figlia unica, mio marito ha altri 5tra fratelli e sorelle invece, nell’infanzia e adolescenza sono sempre stata stra felice della mia situazione, quando ho avuto il mio bimbo mi è mancato e mi manca ancora un rapporto fraterno, adoro i miei cognati da ben 15anni, visti crescere e litigare e c’è quel qualcosa tra fratelli di viscerale sempre e comunque che tu regalerai a tuo figlio e giorno dopo giorno imparerai a gestire la vostra nuova vita. ti faccio i miei piu’ sentiti auguri, a noi il secondo ancora non arriva….. ma arrivera’!non sono ancora incinta e gia’ mi sento talvolta in colpa di desiderar un altro bimbo quando ho gia’ il mio cucciolo splendido, perfetto ma il profondo conflitto interiore l’ho risolto, so’ che è cio’ che davvero voglio per la nostra famiglia che si deve completare, ancora Auguri, nella vostra famiglia sta iniziando una nuova favola….

  94. sono approdata a questo forum digitando su google”secondo figlio”…perchè stasera è arrivita la positivita’ del test e solo questo ha creato un gran fermento in caso…il nostro piccolo fragolino di 16 mesi ci guardava telefonare a destra e sinistar, ridere, piangere, abbracciarci….e già mi sembrava di togliergli spazio, di non essere lì con lui a giocare ma avere la testa altrove… Mio marito che pensava agli stipendi e agli spazi in casa e io che pensavo a come poter amare una nuova creatura come amo lui, come poter dedicare alla nuova vita le stesse attenzioni che ho dato alui, senza per questo farlo sentire messo da parte o in secondo piano…
    Io sono figlia unica e non ho mai sofferto nell’esserlo e nell’esserlo stata. Ora all’imporovviso mi accorgo che mi manca questo sentimento di “fratellanza” non so cosa significhi, non so che cosa aggiungerà o toglierà… sono così così così confusa!!!

  95. Ciao Isabella.
    Stai Serena, sboccerà l’amore, a suo modo, in maniera differente, magari, ma saprai amarlo esattamente come ami Gabriel.

  96. Isabella dice:

    Ho saputo lunedì di aspettare il mio secondo figlio ed ho pianto.
    Ho sempre pensato che il mio primogenito non sarebbe dovuto rimanere figlio unico perchè io vengo da una famiglia numerosa e non volevo che crescesse da solo. Eppure ora che è successo mi sento così strana, ho mille dubbi, mi sembra di fare un torto ad entrambi, al mio Gabriel perchè è ancora così piccolo e dolce… e alla creautura che porto in grembo perchè non sento la stessa gioia che mi riempiva quando sono rimasta incinta per la prima volta.
    Mi sento una cattiva madre…
    Spero di riuscire ad abiturami all’idea vedendo crescere il pancione e spero di riuscire a dare ad entrambi tutto l’amore che meritano.

  97. Barbara dice:

    Quando il test di gravidanza è risultato positivo, ho dato il via ad un pianto durato 2 settemane.
    Perchè non era previsto, perchè Nicolò aveva 20 mesi e io non avevo ancora dormito una notte, perchè non avrei retto ad un altro figlio come lui perennemente attaccato a me come una cozza allo scoglio, senza respiro, senza più intimità, neanche la doccia in pace. Perchè mio marito proprio non lo voleva questo figlio, mentre io poi non avevo dubbi che sarebbe nato, comunque.
    E poi…
    E poi è stata come l’esplosione di una stella. Una rivelazione. Appena uscito dalla mia pancia l’ho visto, dormiva ancora, era bruttissimo, pelosissimo e rugoso, ma lo amavo già.
    E’ vero, l’amore si moltiplica.

  98. care mamme,
    anche io sono in attesa del secondo figlio (29 settimane), il primogenito è un maschietto e quando starà per compiere i suoi 3 anni arriverà la sorellina.condivido con voi le stesse domande, ansie e paure. mi piace pensare che l’amore raddoppia, non si dimezza. certo non sarà come prima per nessuno quando arriverà la piccola e anche in questo caso preferisco pensare che potrà essere un cambiamento positivo che arricchirà tutti. io sono secondogenita arrivata dopo 9 anni dalla prima e ho sempre avvertito la preferenza verso mia sorella maggiore dai miei genitori e dai familiari paterni nelle maggiori attenzioni che le venivano date, nel modo in cui parlavano di lei sempre in positivo definendola “più” di me. ad oggi tanti “più” posso riconoscerli come piuttosto ingiustificati ma quando ero piccola no. tuttavia questa esperienza personale mi fa pensare molto all’importanza del mio modo di essere mamma di due figli. e credo che inizierò ad evitare i confronti tra i due da subito come sto facendo già: ad esempio a chi commenta è stata migliore la gravidanza del primo, la seconda è più fastidiosa (causa i primi 4 mesi di nausee continue) rispondo che sono solo diversi e che per entrambi mi è sempre importato che stessero bene e nascessero sani e forti. Una cosa che voglio fare quando saranno in due è passare del tempo solo io e Carlo e renderlo partecipe di parte del tempo che passerò con la piccola condividendo questo anche con il papà quando sarà possibile. spero che le condizioni ambientali mi favoriranno in questo e che la stanchezza che mi immagino presente soprattutto nel primo periodo lasci spazio alla pazienza e tranquillità che sicuramente ci vorranno… 😀

  99. Per ora non posso dire se davvero l’amore si moltiplica o no. Ma è quello che spero, anche se a pensarci adesso sembra impossibile provare più amore di quello che già provo per la prima, 21 mesi.
    La seconda, super desiderata, nascerà tra quattro mesi, eppure già mi sembra di trascurarla… se penso le ore che passavo ad “ascoltare” la prima pancia, sdraiata sul divano a parlarle! Adesso ho a stento il tempo di mettermi la crema anti smagliature 😉
    A volte ho anche paura di rovinare tutto: il rapporto con mia figlia, che mai come ora mi è sembrata brava, simpatica e super speciale, e con mio marito. Poi però penso a lei, lì a calciare nella pancia, e non vedo l’ora di coccolarla e che si unisca a noi tre!
    Spero che voi bismamme abbiate ragione!! Leggervi mi dà fiducia 🙂

  100. smartix dice:

    Ciao Silvia, ho una bimba di undici mesi e sono alla 17esima settimana della seconda gravidanza. Non provo nessun senso di colpa anche perche’ non ne ho avuto tempo! Ho sempre desiderato piu’ di un figlio e sono davvero contenta che sia successo subito. Ho dovuto fare qualche riflessione per riaggiustare il tiro e mettermi nella testa (per il cuore non c’e’ stato il minimo problema) che invece di abituarmi all’idea che eravamo diventati in tre (cosa che ancora mi colpiva con gioiosi fulmini), saremmo diventati presto in quattro. Da due a quattro c’e’ un certo scarto …
    Anch’io mi son chiesta come sia possibile immaginarsi un altro figlio, qualcuno diverso da Emma (la mia prima). Eppure e’ gia’ qui. Domani faro’ l’amniocentesi. A presto, e complimenti per il blog!!

  101. questo post mi ha fatto pensare a come la mia esperienza fosse stata opposta rispetto a quella di silvia, al perchè un secondo l’avessi immaginato da subito, a come mi incanti a vedere i miei figli giocare insieme…
    volevo spezzare una lancia a favore dei secondogeniti, e ci ho scritto un post sopra

    eccolo qui:
    http://www.signoribambini-elle.blogspot.com

    grazie per questa opportunità di riflessione

    ciao!

  102. chiccolain dice:

    ed eccomi qui, con un microsecondo a disposizione ed 1 dito solo x commentare xchè la mia secondogenita di un mese e mezzo dorme in braccio a me (e dorme solo in braccioooo o nella fascia 🙂 ) ed il primogenito di 26 mesi fa mezzo pisolino prima di ripartire a 1000 (tra poco si svegliera’ dicendo “tettaaaa” perchè con la venuta della sorellina ha ripreso a ciucciare tantissimissimo… quasi piu’ di lei!! :oups: )… ecco questo post capita bene, perchè ho sorriso rivedendo tutte le mie precedenti paure x come avrebbe reagito lui… adesso so guardando la mia patatina dolce che l’amore è elastico e infinito e che a lui farà bene imparare a condividere… ed io crescerò con loro nel mentre che imparo a gestirli, anche se mi sento un po’ persa al pensiero… devo fare da me xchè una parte dei nonni è lontani e gli altri vicini lavorano o son poco pratici =( … ma un terzo noooooo … la seconda gravidanza è stata faticosissima xchè ho corso tutto il tempo dietro al primo e mi è venuto un mal di schiena atroce e questo primo mese e mezzo è stato allucinante a dividermi tra i 2 bimbi… mi scuso se non son così positivizzante 🙂 quello che mi dà forza è pensare che comunque le difficoltà passano e alla fine restano le persone che amiamo vicino a noi :love:

  103. francesco dice:

    ciao sono zio di due bambine e voglio esprimere la mia felicita’ nel vederle crescere e cosi’ unite tra loro. A mia volta sono un fratello anch’io quasi alla soglia degli anta.
    Crescere con una sorella piu’ grande è stato bellissimo e molto gratificante perchè so di poter contare su un grande aiuto anche se a volte siamo come cane e gatto. Ma chi lo dice che i due animali crescendo insieme non vadano d’accordo?

  104. giringirella dice:

    Grazie 😀
    Stavo diventando matta a cercarlo…

  105. Mamma Imperfetta dice:
  106. giringirella dice:

    Ciao Silvia… scusa se ti faccio qui una domanda anche se non è il luogo…ma stavo ricercando un tuo post e non riesco a trovarlo!!!!
    Mi piacerebbe tantissimo rileggerlo e farlo leggere a una mia amica e sono quasi sicura che l’avessi scritto tu…
    Parlava di uno dei tuoi figli che descriveva una bimba di colore…ignorando assolutamente nella descrizione proprio il fatto che fosse di colore!!!
    Era bellissimo!!!
    non è che puoi aiutarmi a ritrovarlo???
    Grazie mille!!!
    Rox

  107. Micaela dice:

    Dopo aver letto tutti i commenti precedenti voglio solo dirti che sarà tutto “naturale” come quando ti assalgono i dubbi della prima gravidanza….. poi tutto arriva con il tempo e la pazienza.
    Ti parla una mamma di gemelli, anche se materialmente è difficile dividersi nello stesso momento tra i due non credo assolutamente possibile che uno dei due possa risentire di “meno amore” …anzi il tuo amore è grandissimo anche se a loro non basta mai mai mai …..
    Ti parlo anche da sorella (3sorelle e 1fratello) è fantastico avere qualcuno che ci sarà sempre anche se i rapporti non sono magari profondissimi, ma un fratello o una sorella ci sono sempre …..
    in bocca al lupo
    Micaela

  108. Grazie Silvia, come sai sono in attesa del secondo, e questo argomento mi tocca molto. La felicità è grande, ma le paure sono tante.
    Ho letto i commenti con grande piacere.

  109. …io non ho avuto la vostra “fortuna” di un bimbo per volta io mi son ritrovata di botto con due frugoletti tra le braccia da amare, accudire, crescere ….e non cè dubbio l’amore di una mamma si moltiplica per i bimbi che hai ….tra loro ci sara’ qualche lotta di potere ovvio …ma crescendo avranno al loro fianco un compagno per sempre ….. e visto che amare due figli è stato cosi naturale sto pensando al terzo ….. comunque le tue paure son piu’ che legittime e sono normalissime …. si ha tanta paura di togliere amore e tempo al primo figlio ma ricordiamoci sempre che l’importante è la qualità e non la quantità del tempo che si trascorre con i nostri cuccioli!!

    Che dirti …ti auguro di cuore che la cicogna faccia il nido sul tuo caminetto alla svelta 😉

  110. Laura, ti ringrazio.
    Al rientro dalla maternità ho capito perfettamente di cosa si parla quando si cita il “soffitto di cristallo”, ma questa è un’altra storia… e forse dovremmo commentarla nel post appena precedente 😀 (COMPLIMENTI SILVIA!! Goditi i meritatissimi riconoscimenti) anche perchè rimango dell’idea che la vita prima o poi ti restituisce anche le opportunità che sembrava temporaneamente averti tolto.

  111. Quando, qualche mese fa, mi capitava di ascoltare questo tipo di dubbi dalle mamme in attesa mi veniva da sorridere. Pensavo che, se hai desiderato un altro figlio, non c’è motivo di dubitare dell’amore che proverai. Come spesso succede, la smentita arriva nel momento in cui vivi tutto in prima persona…
    Il mio primo figlio ha 22 mesi e tra meno di tre nascerà la seconda.
    Mille dubbi mi hanno assalito nel corso di questi mesi (ancora alle prese con notti insonni, ciucci, pannollini, bisogno estremo di attenzioni). Anch’io mi sono chiesta se riuscirò ad amarla allo stesso modo e, cosa che mi ha stupito ancora di più, se riuscirò ad amarla csoì tanto pur essendo una femminuccia. Perchè io, con i miei mille contrasti e ferite ancora aperte con mia madre, avrei voluto un altro maschietto.
    Poi mi obbligo a tornare con i piedi per terra. I problemi, se mai ci dovessero essere, li affronterò al momento. Non ha senso fasciarsi la testa prima di romperla! Guardo i piccoli body rosa che ho comprato e sorrido…non vedo l’ora che nasca.
    franz

  112. Al solito, meravigliose.

  113. Anna, te lo auguro di cuore! E per la carriera, non preoccuparti: se succede come a me, con il secondo figlio non è cambiato niente, ovvero per il mio capo non importa avere due figli, importa averne fatto anche solo UNO! Però guardo i miei figli e dico: meno male che mi hanno concesso un part-time di 36 ore su 40!!!!

  114. cara Elisa, cara Silvia,

    cito Roberta che dice: “…Mi scuso se in fondo non sto dando consigli… Solo che questo post è arrivato nel momento giusto anche per me…”

    La cito perchè anche io, appena l’ho letto, ho capito che questo post arrivava nel momento giusto anche per me. Non nella condivisione dei dubbi però, ma come un segno del destino (eddai…lasciatemi questa finestra di irrazionalità 🙂 )
    Mi spiego: anche io ho una bambina di 18 mesi e una voglia di essere bismamma, che si sta facendo sempre più forte proprio in questo periodo. Da pochi giorni inoltre è come se improvvisamente si fossero diradate tutte le nebbie e mi apparisse lampante che ci devo provare. Anche se logisticamente sarà difficile ( viviamo lontani dai nonni, facciamo entrambi lavori impegnativi, non abbiamo – nè vogliamo finora – aiuti domestici ), io sono convinta che ce la faremo. Anche se dal punto di vista lavorativo non sarebbe per me il momento migliore (ho già subito una battuta d’arresto con la prima gravidanza, figuriamoci con una seconda…), io sono convinta che ce la faremo.
    Anche se forse, per motivi di salute, la gravidanza potrebbe essere più ansiogena della prima, io sono convinta che ce la faremo.

    Senza forse, invece, io sono convinta che amerò entrambi allo stesso modo e anzi, forse amerò entrambi ancora di più! E se qualcuno lassù decidera che il mio amore è pronto per moltiplicarsi, bene, mi darà la chance di essere bismamma come tanto desidero. :love:

  115. Penso che le tue perplessità siano quelle di tutte le mamme che non riescono a immaginare come vivere quell’amore esclusivo con due figli: siamo un po’ come una donna che si chieda come può essere possibile amare due mariti.
    Il fatto è che i figli non sono mariti o amanti, e quindi l’amore si moltiplica davvero.
    E vive dei periodi: ci saranno periodi in cui preferirai stare con il grande e altri in cui ti piacerà di più il piccolo.
    Ci saranno anche periodi in cui magari ti chiederai chi te l’ha fatto fare o avrai un orribile pensiero del tipo “ma non potevi arrivare per primo e restare unico?”.
    Quello che sarà costante sarà la complicità e l’affetto tra i tuoi bambini: così vicini d’età, si ameranno pazzamente, anche se litigheranno regolarmente. E riusciranno a farsi compagnia in qualsiasi situazione, “annullandosi” a vicenda e lasciandoti un po’ più di tempo per respirare.

  116. Questo post capita “a fagiolo”, proprio ora che mio marito ed io stiamo cercando di dare un fratellino alla nostra prima bimba. La mia testa e soprattutto la mia “pancia” mi dicono che se e quando questo secondo bimbo arriverà sarà innanzitutto un grande regalo per lei, perchè per lei sarà un compagno di vita e avrà sempre qualcuno a fianco, anche quando sarà grande. Certo che mi sembra impossibile provare per un’altra persona un amore così viscerale e sarà difficile dividere “equamente” il tempo e le attenzioni, ma mi sento di farle solotanto un grande dono e che con il tempo gli equilibri si troveranno.

  117. Mi sembra che tu pretendi un po’ troppo da te stessa, come facciamo spesso noi mamme.
    Pretendi di essere una madre super, in grado di dare le attenzioni totali al figlio unico, grande amore della vita.
    Fai bene, per carità, e tutte la pensiamo così.
    Ma essere una madre super non significa non sapersi dividere tra due o più figli. Hai un senso assolutistico dell’amore materno, condiviso per altro da molti genitori, che difatti si fermano al figlio unico.
    Io ti posso dire che se non avessi avuto un altro figlio forse oggi non avrei un primogenito generoso, non capriccioso ed equilibrato (come può esserlo un bambino). Ci sono in giro tanti figli unici schizzati re del focolare, futuri adulti piagnoni.
    Prova a metterla così: e se fare un secondo figlio fosse un regalo che fai al primogenito e alla tua famiglia?
    Ma intendiamoci. Fare un figlio deve essere un piacere, non un obbligo. Se voi pensate di aver trovato il vostro equilibrio inutile forzare la situazione. In bocca al lupo!

  118. MammaEly dice:

    Grazie Mille a tutte!
    Leggere che tutte avete provato le stesse emozioni, avete condiviso i miei stessi dubbi, è davvero molto più utile dei miei tanti ragionamenti razionali che poi svaniscono di fronte al primo piccolo dubbio!
    Vi ringrazio di cuore e spero di avere la possibilità di sperimentare quello che voi mi state insegnando: L’AMORE non diviso ma MOLTIPLICATO!

    Elisa

  119. Cara Elisa, tra i miei due bambini ci sono 26 mesi di differenza. Io ho sempre desiderato avere almeno 2 figli, perché credo che già in famiglia si debba apprezzare la condivisione, l’amore per gli altri, il rispetto per le idee altrui, ma soprattutto è bello avere un compagno di vita, un legame di sangue, una persona su cui contare sempre e comunque! Io ho sempre “rinfacciato” a mia mamma di avere solo un fratello, figurati un po’! Davvero l’amore si moltiplica! Ogni bambino è SPECIALE e unico.

  120. Cara Elisa e cara Silvia,
    io di bimbi ne ho uno solo, ha quasi 19 mesi e il pensiero di averne un secondo si sta facendo strada in me, perchè ho sempre desiderato che il mio piccolo non rimanesse figlio unico e perchè non vorrei che fra di loro ci fosse troppa differenza di età.
    Però come Elisa mi sto ponendo le stesse identiche domande, gli stessi sensi di colpa le stesse ansie…
    Trovo mille scuse… come faremo a gestirli se già ora non abbiamo un grande aiuto? ce la faremo con i soldi? ma soprattutto quello che mi frena è il mio piccolino. Lo guardo e al solo pensiero mi vengono le lacrime agli occhi…
    Io sono la seconda in famiglia e non penso di essere stata meno amata, non l’ho mai dubitato. Ma al solo pensiero mi sembra di tradire la fiducia di mio figlio che sa che tutte le mie attenzioni sono per lui…
    Penso a quello che ho provato in gravidanza… durante il parto… e fino ad ora, emozioni così intense che non potevo neanche immaginare.. è possibile provare di nuovo tutto questo??? Non è che rischio in qualche modo di “emarginare” già un possibile secondo figlio??
    Mi scuso se in fondo non sto dando consigli… Solo che questo post è arrivato nel momento giusto anche per me.
    Elisa ce la faremo???
    Certo leggere di voi mamme con più bimbi mi fa capire che probabilmente tutto avverrà in modo molto naturale…
    Non so… ancora non riesco a pensarci.. forse aspetterò ancora un pochino…
    Grazie per il tuo prezioso blog!
    un abbraccio.
    Roberta

  121. [Ops, mi scuso per gli errori che mi sono sfuggiti scrivendo il commento qui sopra…]

  122. Anch’io (ho due figli, tre anni e mezzo e 15 mesi) mentre aspettavo il secondo avevo piu’ o meno gli stessi dubbi (come poi ogni mamma, credo).

    Con la prima, dopo la nascita fu amore a prima vista. Passai i primi mesi (probabilmente, i primi quattro-cinque) come inebriata dal pensiero di come l’amore di due persone potesse creare una creatura cosi’… dolce, adorabile, perfetta (etc etc etc).

    Mentre aspettavo il secondo, pensavo come preparare la prima alla venuta di un nuovo bambino. Altro che godermi l’attesa… era un continuo pensare, preoccuparsi, ogni tanto tranquillizzarsi per poi venire assillati dai dubbi di nuovo.

    Il secondo nacque che ero molto meno estasiata ma molto piu’ pratica. Un bambino tranquillo, che nemmeno sembrava voler disturbare piu’ di tanto. Un figlio che non avrebbe avuto sempre la mia totale attenzione (dato che c’era gia’ un’altra bambina prima di lui), ma cui dovevo assicurare le stesse cose avute dalla sorella: amore, protezione, attenzione, ascolto…

    Il giorno in cui sono tornata a casa dall’ospedale col secondo ho pensato: “Ecco. Ora siamo una vera famiglia.” Nonostante proprio quel giorno mia figlia abbia cominciato a farmi guerra (ovviamente, doveva esprimere il proprio disaccordo!).

    Ad essere sincera, e’ stato un anno molto difficile, frequentemente snervante, in cui ho dovuto fare appello a tutte le mie risorse di pazienza e di adattamento.

    Ma devo sottolineare tre cose.

    1)Nonostante le grosse difficolta’ iniziali (durate un anno, piu’ o meno) ora SO che i due fratelli si amano molto. Il piccolo adora la grande, la grande, che ancora talvolta sembra fare la dura, anche lei vuole molto bene al fratello. E solo questo e’ una ragione per farne un secondo! (A volte litigano, eh, ma succede a tutti. Pero’ ora c’e’ una persona in piu’ cui voler bene, e che spontaneamente ricambia)

    2) Ho imparato che l’amore si moltiplica. E’ vero, l’aore non e’ una cosa da misurare col bilancino, da vedere chi ne riceve di piu’. I bambini sono tra loro di carattere diverso, di eta’ diverse, hanno esigenze contingenti diverse… ma non mi capita mai di dubitare del mio amore per essi: li amo entrambi, li penso entrambi, a volte mi accorgo che uno ha piu’ bisogno, l’altro meno, il giorno dopo magari la situazione cambia, e mi regolo di conseguenza. Si fanno sbagli di valtazione, ma si farebbero anche con un figlio solo.

    3) Da quando siamo una famiglia di quattro persone siamo piu’ normali.
    Forse perche’, avendo due figli, non si puo’ sempre stare con l’attenzione puntata su entrambi, quindi frequentemente ci sono, per ciascun figlio, momenti in cui agiscono liberi e indisturbati (anche a combinare guai, ovviamente), e si sentono piu’ rilassati e meno “sotto osservazione”.
    Forse perche’ i bambini, per giocare, hanno bisogno anche di altri bambini. Lo vedo chiaramente da come giocano i miei figli insieme. Ci sono momenti in cui ridono come pazzi per cose cui a me non verrebbe da ridere mai (infatti sono adulta, a me non fa ridere a crepapelle fare le pernacchie o fare le bolle mentre bevo l’acqua solo perche’ e’ qualcosa che e’ meglio non fare…).
    Il fatto di essere molto piu’ felici insieme e’ qualcosa che si ripercuote positivamente su tutta la famiglia. Se non e’ un atto d’amore questo…

  123. mammagiovane dice:

    Tutte le tue ansie e i tuoi dubbi che avevi sembrano scritte da me. Mia figlia ha 18 mesi e inrealtà non ne sto cercando un altro figlio, ma spesso mi capita di pensarci e mi viene una strana sensazione…non so spiegarla, anzi si..uguale uguale a ciò che hai scritto tu. Questo post mi ha toccato nel profondo. Spero anche io, e di certo sarà così di provare di nuovo un amore incondizionato, incondizionabile e imparagonabile per entrambi i miei figli (o anche più, chi lo sa!).
    mammagiovane.blogspot.com
    pensatoperloro.blogspot.com

  124. Ciao, ho una bimba di 18 mesi e sono in attesa del secondo figlio. Tra di loro passeranno due anni giusti e anche io mi ritrovo a fare i conti con gli stessi dubbi e incertezze…
    Leggere di voi mamme che avete già vissuto questa esperienza mi consola e mi rassicura. grazie Valentina

  125. Arianna dice:

    Da sorella di due fratelli, e da mamma di tre bimbi, posso solo dire che, secondo me, non c’è modo migliore che avere dei fratelli per imparare a condividere con gli altri.

    Certo, non è semplice, talvolta è frustrante doversi misurare con la presenza di altre persone, dover dividere spazio e oggetti, tempo e attenzioni. Prima da bambini, poi da adolescenti. A volte si rivaluta la presenza di un fratello solo da persone adulte.

    Inoltre può capitare che il primo figlio possa essere percepito come il preferito, proprio perché è il primo, e allo stesso modo può capitare che l’ultimo sia il favorito, trattandosi del più piccolo.

    Credo giochino tanti fattori a riguardo (gli aspetti caratteriali, il fatto che un bimbo sia più o meno “impegnativo”) ma ne avevamo già parlato in un altro post: scatta qualcosa quando si vede nascere il proprio figlio, qualcosa che non può essere descritto a parole. Qualcosa che va oltre.

  126. marghe79 dice:

    carissima Silvia,
    mi rivedo due anni fa alla vigilia del mio secondo parto…
    ce la farò? lo amerò come amo Orsetto? forse sono pochi 3 anni di differenza… lui ha ancora tanto bisogno di me… così fragile e chiuso ma che con un solo sguardo mi dice tutto quello che le parole non riescono… e poi… la fortuna del primo così perfetto nella sua quotidianità di infante e ora di piccolo ometto… troppo ometto.
    appena Coniglietto si è accoccolato tra le mie braccia con i suoi 4 kg mi sono accorto che l’amore non si divide ma si moltiplica per ognuno dii loro e che ne rimane ancora per i prossimi senza scordare l’altra metà della mela che ci ha aiutato a creare questi fiori…
    quindi non temere troverai sempre la forza di dargli l’amore di cui hanno bisogno nella loro diversità e unicità. in bocca al lupo.

  127. …se penso che esattamente l’anno scorso scrivevo un post del genere all’ottavo mese di gravidanza….
    E ora sono qui, più felice che mai. Con l’amore che mi scoppia il cuore e un nuovo tipo di amore sperimentato: quello che ti scaturisce quando vedi interagire i due fratelli. Quando assisti al loro amore.
    Quello ti stende.
    L’amore si moltiplica, vero!!!

  128. non togliere a loro la felicità di essere fratelli o sorelli, di essere comunque meno soli. e se ce la fai passa oltre e vai a tre. l’amore davvero si espande e cresce, diminuisce l’egoismo. i problemi e il senso di sconfitta tornerà in tutta la vita ma mai ti pentirai dei figli che hai.

  129. laura71 dice:

    Ciao Elisa,
    Ho due figli, Matteo di 9anni e Nicolò di 17mesi, forse per la differenza di età fra l’uno e l’altro non mi sono mai posta il problema di amare più il primo rispetto al secondo. Sono due personcine completamente diverse e per questa ragione l’amore diventa unico.Ogni figlio é un mondo a sé e ti renderai conto che saprai dedicare il tuo amore e le tue energie ad entrambi, senza pensare di fare alcuna preferenza. Loro impareranno a conoscersi e ti sorprenderai nel vedere come si cercheranno e capiranno di essere FRATELLI nel più puro senso del termine. Naturalmente ci saranno degli scontri, ma spesso proprio da quelli sapranno cogliere forza per crescere insieme. Un abbraccio Laura

  130. simona dice:

    io ne ho tre…e in entrambi i casi dopo il primo non mi sembrava possibile amarne una altro…invece..l’amore si moltiplica, davvero!! Ognuno è adorabile a suo modo, con ognuno c’è un cammino da fare. il fatto che si riesca a dare a tutti la stessa dose di tempo…beh, è un altro discorso. Ma Credo fermamente che la “fratellanza” sia un valore.e lo dico da figlia unica……io nel quarto figlio difatti ci spero…:)

  131. Due figlie, di due compagni diversi, due date 1998 -2008. Due progetti di vita, due storie. Sono le mie figlie, io tra loro.
    La prima: è stato amore assoluto dall’inizio. La seconda: partenza in salita.
    Oggi la piccina ha quasi due anni, è l’amo di più di giorno in giorno. E lei ammira sconfinatamente la sorella grande, il suo sguardo (davvero adorante) mi commuove.
    Mi piace che siano così diverse nei caratteri, nelle età, nei problemi.

    Per me, a quota 46 anni, la piccola è imparare di nuovo, è sapermi più abile come madre, godermi delle sensazioni un pò fuori tempo massimo, è una botta di vitalità e allegria. E’ una casa più piena, è immaginarmi il loro futuro quando non saranno sole, come me figlia unica, nelle fatiche e nei divertimenti.

    Alle volte sono scissa per la fatica e le richieste delle due, abissalmente lontane per età.
    Alle volte sono stanca morta, vorrei solo una notte lunga di sonno.

    Però ho imparato che era proprio vero ciò che insegnavo alla figlia grande, quando aspettavamo la piccola, che l’amore non è una torta che va per sottrazione.
    Ciò che manca è il tempo, o il sonno.
    Non l’affetto che diventa più dinamico, si muove, muta, si scambia.

    Non è facile. E’ altro.
    Per me, è stata una scelta felice.

  132. prendo respiro un attimo perchè le parole di Silvia come al solito mi commuovono e toccano le corde emozionali del mio (recente) passato riuscendo a dire con le parole quelli che sono i miei pensieri.
    Io mamma di due bimbi che si passano 26 mesi ho sempre detto che è incredibile come un cuore fino ad allora unico sappia rendersi elastico ed amare nello stesso modo seppur diversamente perchè un bimbo è diverso dall’altro e non perchè uno viene prima è stato più desiderato ed è stato unico per un tot di tempo.E poi ti innamorerai della loro forma d’amore, dei loro gesti teneri, della loro “fratellitudine” come la chiamo io.
    Io sono certa cara Elisa che ti stupirai di come l’amore si moltiplica.

Lascia un commento

*